Cronaca

Rilancio nel segno dell’acqua

Presentata la Festa dell’Architetto. Due settimane di iniziative ed eventi


«Il mare negato, nascosto o che, sempre più spesso, non viene adeguatamente valorizzato».

Quello legato al rapporto con il mare è soltato uno degli aspetti che saranno trattati nel corso della Festa dell’Architetto, in programma da sabato 30 luglio a venerdì 12 agosto.

Ieri, nel corso di una conferenza stampa, il presidente dell’Ordine degli Architetti della provincia di Taranto, Massimo Prontera, ed i componenti del Consiglio dell’Ordine, hanno presentato il programma della quarta edizione della Festa dell’Architetto che, anche quest’anno, rappresenta un interessante appuntamento che vuole focalizzare l’attenzione sul mondo della professione dell’architetto.

L’obietivo è quello di proporre iniziative capaci di coinvolgere tutto il territorio della provincia e che, prendendo spunto dalla professione, investono anche altri aspetti della quotidianità e del sociale.

«Il tema di quest’anno è l’Acqua, elemento indispensabile attraverso il quale passa anche l’attenzione per il territorio e la sua salvaguardia e riqualificazione». Intenso il programma messo a punto per questa edizione.

Si partirà, come detto, sabato 30 luglio, alle 19.30 nel chiosto dell’istituto superiore di studi musicali “Giovanni Paisiello” con l’inaugurazione della Festa. «Abbiamo volutamente scelto questa sede – ha spiegato Prontera – per richiamare l’attenzione sul rischio di perdita dell’istituto ma anche sul futuro del centro storico». A partire dalle 20, quindi, la tavola rotonda “arcH2O. Architettura e acqua”. Alle 21.30 intrattenimento musicale con un omaggio a Giovanni Paisiello. Alle 22.15, invece, la premiazione del concorso di idee “Architettura e acqua/ progettare una risorsa”.

Mercoledì 3 agosto, la Festa dell’Architetto si sposterà a Chiatona (Marina di Massafra – Palagiano) nel piazzale Tarassaco di Lido Impero dove alle 19.30 ci sarà l’inaugurazione della mostra del concorso di idee. Alle 20.30 tavola rotonda sulla “Riqualificazione del waterfront di Chiatona”. A seguire intrattenimento musicale. Dal versante occidentale a quello orientale della provincia.

Sabato 6 agosto, a San Pietro in Bevagna (piazza delle Perdonanze), dalle 7 alle 20 ci sarà un concorso dedicato alle sculture di sabbia (la premiazione è prevista ale 19 del giorno successivo). Dalle 18 alle 20, escursione in barca e visita alla Torre Colimena. A seguire la visita notturna al Fonte pliniano e al Parco archeologico di Manduria.

Domenica 7 agosto, sempre in piazza delle Perdonanze, alle 19.30, esposizione dei progetti riguardanti il concorso di idee “Architettura e acqua / progettare una risorsa”. Quindi, alle 20.30, tavola rotonda sulla riqualificazione architettonica e ambientale dell’area posta ad ovest della zona Urmo Belsito – Scalella (Manduria) attraverso un riutilizzo sostenibile e artistico del nuovo depuratore consorsile, nelle aree di proprietà comunale”. Dalle 22.30 intrattenimento musicale.

La Festa dell’Architetto si concluderà con la due giorni di Campomarino (piazzale Italia) dove, giovedì 11 agosto, a partire dalle 22 ci sarà un videomapping sulla Torre Moline.

Il videomapping sarà riproposto anche il giorno successivo, e quindi venerdì 12 agosto alle 22, prima della chiusura della festa prevista per le 23 sempre in piazzale Italia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche