22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 20:15:26

Cronaca

Blitz dei vigili, fuggi fuggi da viale del Tramonto


TARANTO – L’operazione scatta quando sono da poco passate le nove del mattino. Il luogo è viale del Tramonto. Il “bersaglio”, i selvaggi della sosta, che parcheggiano ovunque – spiaggia compresa – in un angolo della nostra città che dovrebbe essere tra i più belli e suggestivi. Il risultato: più di una ventina di multe, e soprattutto un autentico ‘fuggi fuggi’ quando si sparge la voce che “quelli” – i vigili urbani – stanno arrivando e quindi la pacchia è finita. Scene da film, nella mattinata di oggi. All’arrivo della Polizia Municipale c’è chi (e sono tanti) raccatta in fretta e furia le proprie cose e corre a raggiungere la macchina, perchè se la giornata al mare è destinata a finire in anticipo, almeno si vuole evitare la contravvenzione. Gli uomini della Municipale, da parte loro, sono giunti sul posto attrezzati per una giornata campale.

Non una, ma addirittura due autogru, per accelerare le operazioni di raccolta delle macchine spesso lasciate senza alcun criterio, e due pattuglie, compreso un ufficiale, per garantire la riuscita di quello che ha avuto davvero i contorni del blitz. Del resto, i vigili sono andati in viale del Tramonto sapendo cosa avrebbero trovato. Perchè purtroppo questa parte di San Vito diventa ogni estate una sorta di fiera dell’illegalità e del malcostume, con la spiaggia trasformata in una sorta di tendopoli dove le norme igieniche faticano a trovare cittadinanza. C’è poi il capitolo parcheggi, ed è su questo che hanno agito in mattinata gli agenti della Polizia Municipale agli ordini del colonnello Michele Matichecchia. E se le multe non sono state tantissime, come detto una ventina, l’effetto è stato comunque ottenuto perchè la zona è stata ‘liberata’, visto che ad andare in scena è stata la grande fuga, verso altri lidi (in tutti i sensi). A non scappare, invece, i vigili che sono rimasti a presidiare la strada e la spiaggia per evitare il ritorno di ‘parcheggio selvaggio’. Nel contempo, i controlli verranno intensificati proprio per evitare che si riproponga il fenomeno delle tende, che vengono piantate per restare a volte addirittura delle settimane. Uno scenario poco edificate, contro il quale quest’anno sarà pugno duro e tolleranza zero.

G.D.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche