Cronaca

L’annuncio del Comune: “Ipogei aperti ad agosto”

In attesa della concessione in gestione dei siti archeologici


“Questa città è tutta da scoprire e da amare… come questi ipogei che abbiamo appena visitato” scrive un gruppo di turisti il 29 maggio sul registro delle presenze giornaliere all’Ipogeo Frantoio.

Sfogliando ancora le pagine del registro, il messaggio di Maria Teresa, che arriva da Milano, definisce gli ipogei un ”patrimonio dell’umanità che il Comune deve far conoscere e valorizzare”; “Continuate così… il passato è il nostro futuro” annota Maurizio nel registro degli ospiti dell’Ipogeo di epoca normanna di via Cava, 93. E il Comune di Taranto accoglie il suggerimento e rafforza l’impegno. «Gli ipogei resteranno aperti anche per tutto il mese di agosto tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 17 alle 21 – annuncia il sindaco Stefàno – nelle more delle procedure per l’affidamento in concessione. Dell’apertura ce ne faremo carico noi, sia pure in economia con l’impiego di personale incaricato o dipendente dell’amminstrazione, ma intendiamo assicurare, su una linea di continuità, la fruibilità e la conoscenza degli ipogei della Città Vecchia.

I risultati ottenuti sono stati oltremodo soddisfacenti come dimostra l’elevato numero delle firme di visitatori sui registri giornalieri delle presenze. Non lasceremo chiusi gli ipogei neanche un giorno, rischiando anche che la chiusura protratta nel tempo esponga i siti ad atti vandalici, come è già accaduto in passato. Questo è il nostro impegno». Proprio in questi giorni, infatti, è scaduto l’avviso pubblico per la presentazione delle domande di concessione della gestione degli ipogei di via Cava e dei siti archeologici ma fino alla conclusione delle procedure ad evidenza pubblica il Comune vuole evitare qualunque interruzione che inciderebbe sul percorso di conoscenza e valorizzazione del patrimonio storico locale. Promozione degli ipogei anche nella segnaletica stradale che, accogliendo i suggerimenti dei cittadini, è stata da poco installata per guidare visitatori nel percorso turistico della Città Vecchia.

«La valorizzazione degli ipogei – continua il sindaco – passa attraverso la conoscenza e per conoscere e far conoscere i siti storici dobbiamo necessariamente assicurare la migliore promozione, la fruibilità e l’apertura di Ipogeo funerario, ipogeo Frantoio, ipogeo Fornace, ipogeo Passo di Ronda».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche