23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Aprile 2021 alle 15:06:21

Cronaca

Segregata in casa dal marito


TARANTO – Presunto stalker arrestato, dai carabinieri, dopo aver segregato in casa la compagna. Sabato un quarantaduenne tarantino è stato fermato, dai militari dell’Arma, con l’accusa di stalking. L’inquietante episodio è avvenuto in una abitazione situata nel capoluogo ionico. L’allarme è stato lanciato ai carabinieri del Comando provinciale dalla vittima che era stata costretta a non uscire di casa. I militari sono intervenuti sul posto e dopo aver liberato la malcapitata hanno fermato il compagno. Maltrattamenti continui che hanno fatto finire nei guai il quarantaduenne il quale è stato dichiarato in arresto e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria. Tornano i casi di stalking, quindi, in città. L’ultimo si era verificato nelle settimane scorse.

I carabinieri della stazione Taranto Principale avevano arrestato un altro tarantino, un quarantaquattrenne resosi responsabile di atti persecutori ai danni della ex moglie. Litigi che scoppiavano sempre per motivi banali e che finivano con botte dell’uomo alla ex consorte. La malcapitata, ormai stanca di subire le vessazioni e le continue minacce e molestie telefoniche, ha chiesto l’intervento dei militari dell’Arma. I carabinieri sono piombati nei pressi dell’abitazione della vittima ed hanno sorpreso l’ex marito mentre minacciava la poveretta. Da un pezzo il 44enne maltrattava la donna. Secondo l’accusa era riuscita anche a metterla in una condizione di soggezione psicologica. Infatti, l’aveva indotta a non denunciare le persecuzioni alle forze dell’ordine, dal momento in cui era arrivata la separazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche