25 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 25 Gennaio 2022 alle 19:57:00

Cronaca

I carabinieri celebrano la Virgo Fidelis

Nella chiesa di Sant'Antonio


Nella chiesa di Sant’Antonio stamattina si è tenuta la santa messa in onore della Patrona dell’Arma dei Carabinieri “Virgo Fidelis”.

Alla cerimonia, presieduta dall’arcivescovo monsignor Filippo Santoro, hanno presenziato il prefetto vicario della Provincia di Taranto, dott.ssa Malgari Trematerra, il comandante del Comando Marittimo Sud, ammiraglio di divisione Eduardo Serra ed il sindaco Ippazio Stefano insieme alle altre autorità civili e militari del capoluogo jonico, ad una rappresentanza di Carabinieri della provincia di Taranto, ai loro commilitoni in congedo dell’Associazione Nazionale Carabinieri e a numerosi parenti dei militari in servizio e alle famiglie dei caduti tarantini dell’Arma.

Numerosi anche i semplici cittadini che hanno voluto essere presenti in questo significativo momento. La scelta della “Virgo Fidelis”, come Patrona dell’Arma, è ispirata alla fedeltà che, propria di ogni soldato che serve la Patria, è caratteristica peculiare dell’Istituzione che ha per motto: “Nei secoli Fedele”. L’odierna ricorrenza venne ufficialmente proclamata da Papa Pio XII l’11 novembre 1949 stabilendo, quale data per la celebrazione della festa, proprio il 21 novembre. Il ricordo della Madonna veniva così legato alla “Battaglia di Culqualber”, del 21 novembre 1941, in cu si consumò il sacrificio cruento del 1° Battaglione Carabinieri in Africa Orientale per la difesa dell’omonimo caposaldo, evento che valse all’Arma dei Carabinieri il conferimento della seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare della sua ormai bicentenaria storia.

La commemorazione è stata anche e soprattutto un momento di raccoglimento in cui il comandante provinciale, Col. Andrea Intermite ha voluto ricordare e celebrare tutti i caduti dell’Arma che, in pace e in guerra, tenendo fede al giuramento prestato, hanno saputo compiere il loro dovere fino all’estremo sacrificio. La cerimonia ha raggiunto il suo momento più toccante durante la lettura della “Preghiera del Carabiniere”, che ha richiamato a tutti i presenti i valori della fedeltà e del servizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche