Cronaca

Festa dell’albero in tre quartieri

L’iniziativa organizzata da Legambiente


Parco del Mirto, San Vito, giardino scuola Volta: la Festa dell’Albero si fa in tre. Nei giorni scorsi Legambiente Taranto, come tutti gli anni, ha promosso “La festa dell’albero”, partecipando così alle iniziative a tema svolte dall’associazione in tutta Italia in questo fine settimana.

Il Parco del Mirto al quartiere Paolo VI, il giardino della scuola media “Alessandro Volta” e San Vito, dopo la pineta di Marechiaro, dove già lo scorso anno i volontari di Legambiente erano intervenuti, da oggi sono più ‘verdi’. I soci di Legambiente Taranto hanno messo a dimora 20 alberi ed una decina di piccoli arbusti della macchia mediterranea. Insieme a loro, oltre ai ragazzi della scuola media Volta, anche i bambini della scuola primaria Pertini, accompagnati da genitori e docenti, che hanno adottato un’aiuola del grande parco del Mirto.

Quest’anno sono stati piantati 14 pini a San Vito, tre lecci ed un platano nel giardino della scuola Volta ed un albero di Giuda, un leccio, un nespolo antico e 10 arbusti della macchia mediterranea nel parco di Paolo VI. La festa dell’albero a Taranto è stata organizzata anche grazie alla collaborazione dell’assessorato all’Ambiente del Comune di Taranto e dell’Arif, l’Agenzia regionale per l’irrigazione delle foreste, che ha fornito i pini ed il leccio. «Gli alberi meritano una festa perché sono i nostri amici più preziosi in natura, ci proteggono dall’inquinamento atmosferico e acustico, contribuiscono a mitigare gli effetti dei mutamenti climatici, riducono il pericolo di frane e smottamenti – spiega Lunetta Franco, presidente di LegambienteTaranto. Rendono unici i nostri paesaggi, ci regalano ombra, frutti, legno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche