21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 18:53:00

Cronaca

Operazione igiene, scatta il “mini piano”

Incontro tra i vertici di Confcommercio e Amiu


«Il “Piano di interventi per il recupero, la riqualificazione e la valorizzazione di Città Vecchia”, contribuirà ad imprimere una svolta decisiva al rilancio del centro storico antico di Taranto, ma per la sua complessità non rappresenta che il futuro, si auspica ‘prossimo’, dell’isola».

E’ quanto dicono da Confcommercio in relazione alla situazione di degrado della Città Vecchia. «Nell’attesa che i progetti di riqualificazione si traducano in cantieri ed in opere realizzate – ed occorreranno degli anni – è necessario attivarsi per garantire la continuità della vita dell’Isola. Continuità e qualità di vita per i residenti, per gli studenti che ogni mattina raggiungono l’università e il liceo musicale, per la gente che vi lavora, per le attività commerciali che con fatica operano in un contesto assolutamente carente di servizi. Alla popolazione abituale – residente e non dell’Isola – già a partire dai fine settimana di primavera, si aggiungono i turisti in visita nel centro storico antico, se non ospiti delle strutture ricettive. Con la bella stagione, soprattutto nelle ore serali, cresce il flusso di gente che frequenta i locali pubblici o che passeggia tra le vie di Città Vecchia, rendendo così assolutamente necessario garantire servizi che diano decoro agli spazi urbani.

Due aspetti primari sui quali Confcommercio in molteplici occasioni ha chiesto interventi di carattere straordinario, a partire da una più efficace organizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti e di pulizia delle aree urbane». «La carenza di igiene e lo scarso decoro di Città Vecchia rappresenta una delle maggiori problematiche segnalate dagli operatori commerciali di Città Vecchia che, soprattutto nel caso delle attività – strutture ricettive e ristoranti – frequentate da avventori occasionali, raccolgono le lamentazioni dei turisti». Confcommercio, facendosi interprete del disagio degli operatori, ha chiesto un nuovo incontro con i dirigenti dell’Amiu. Ieri, il presidente dell’azienda che si occupa della raccolta e smaltimento dei rifiuti, Carmine Pisano, accompagnato dal suo staff tecnico, ha incontrato i dirigenti di Confcommercio ed un gruppo di operatori turistici di Città Vecchia. «Si è parlato a lungo delle condizioni in cui versa – si legge in una nota dell’associazione del commercio – il centro storico, si sono analizzate alcune situazioni specifiche e si è discusso dei correttivi da adottare per migliorare il servizio di raccolta dei rifiuti e di pulizia delle strade.

Il presidente Pisano, pur rappresentando le difficoltà finanziarie ed operative in cui versa l’azienda in questo periodo, si è detto disponibile ad individuare un percorso operativo che possa migliorare il servizio, soprattutto nel periodo estivo. Sino a settembre prossimo sarà implementato il servizio di raccolta rifiuti soprattutto in via Duomo e nelle vie limitrofe nel tratto compreso tra piazza Fontana e piazza Castello; alle utenze non domestiche saranno forniti cassonetti personalizzati muniti di lucchetto per alleggerire il carico dei rifiuti raccolti nei cassonetti. Sarà rivista la distribuzione dei cassonetti, attualmente concentrati in numero di cinque/sei pezzi in alcune zone a maggior transito pedonale e saranno dislocati in aree più defilate rispetto al percorso turistico. Sarà inoltre implementato il servizio di lavaggio strade, con interventi notturni effettuati a turno su specifiche zone. Lunedì prossimo intanto, sarà effettuato un sopralluogo da i tecnici dell’Amiu accompagnati da alcuni operatori turistici per verificare in loco le singole situazioni ed individuare le eventuali soluzioni».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche