Cronaca

Via De Amicis, sui marciapiedi raffica di multe… e “cadute”

La rabbia dei residenti: Ora non possiamo né parcheggiare, né camminare


Vietato parcheggiare e… camminare.

Tempi duri per i residenti di via De Amicis, costretti a lasciare l’auto a centinaia di metri di distanza dalla propria abitazione e ad effettuare lo slalom per evitare di inciampare in buche e crateri che si aprono sui marciapiedi.

Ci troviamo al quartiere Tamburi, nei pressi del palazzo che un tempo ospitava la Circoscrizione. Nei mesi scorsi l’occhio “vigile” dello street control ha ripetutamente fotografato le auto in sosta sui marciapiedi della zona che cinge uno dei pochi polmoni verdi presenti nel rione periferico, la cosiddetta “villetta”. La raffica di multe ha spinto i residenti a scendere a miti consigli parcheggiando altrove ma, questa volta, in modo corretto. Al danno, derivante dal verbale (salato) notificato agli automobilisti, si è ben presto aggiunta la… beffa.

«E’ vero, parcheggiavamo in modo scorretto e per questo siamo stati multati – spiega un residente della zona. Liberando i marciapiedi dalle auto abbiamo fatto la nostra parte. Ora, però, pretendiamo che l’Amministrazione comunale effettui i lavori di rifacimento dei “nostri” marciapiedi. Questa strada, soprattutto in occasione del mercato settimanale del sabato, rappresenta una delle principali vie di collegamento per gli utenti. Già troppe persone sono cadute rovinosamente in quelle buche che, in alcuni casi, sono delle autentiche trappole».

Nelle scorse settimane, proprio al quartiere Tamburi, una donna anziana è stata costretta a ricorrere alle cure dei medici del 118 proprio a seguito di una caduta sul marciapiede di via Basta. «Sappiamo che l’assessorato ai Lavori Pubblici è impegnato nello svolgimento di interventi sui marciapiedi dei Tamburi. Per questo chiediamo al Comune di effettuare i lavori anche in via De Amicis».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche