Cronaca

Funghi velenosi, quindici casi in tre mesi nel Tarantino

Appello della Asl


Intossicazione da funghi velenosi: quindici casi in tre mesi.

Il Dipartimento di Prevenzione della Asl di Taranto fa un appello ai cittadini affinchè consumino funghi che siano stati regolarmente controllati dagli esperti del Centro Micologico del Servi- zio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione.

Da settembre sino a fine novembre, i casi di intossicazione per aver mangiato funghi tossici sono stati quindici. L’intossicazione ha provocato ai malcapitati una sindrome resinoide, ovvero problemi di natura gastro intestinale. In due casi, in particolare, si è registrata una certa apprensione in quanto gli intossicati avevano mangiato delle Lepiote, una specie di funghi che contiene una tossina altamente velenosa l’Amanitina che se non individuata tempestivamente può essere mortale. Le persone che hanno dovuto far ricorso alle cure dei sani- tari , e che fortunatamente in pochi giorni hanno superato i problemi, avevano raccolto i funghi personalmente o li avevano ricevuti in regalo.

Pertanto il Dipartimento di Prevenzione invita i cittadini che in questi giorni hanno ricevuto funghi o li hanno rac- colti, di farli controllare dagli esperti del Centro Micologico dell’ASL, prima di mangiarli o congelarli per consumarli successivamente. Se invece si ha intenzione di acquistarli è necessario fare attenzione che nel contenitore da esposizione sia presente una singola specie di funghi di cui sia indicata specie e genere ed eventuali indicazioni di cottura. I funghi in vendita devono avere la certificazione di controllo sanitario da parte del Centro Micologico.

Le sedi Centro Micologico della Asl sono in viale Virgilio 104 dove gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle ore 10, ed è possibile rivolgersi agli ispettori micologi dott. Cosimo Schifane e dott. Mi- chele Tria; in via Diego Peluso 117 dove gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 10, ed è possibile rivolgersi all’ispettore mico- logo dott. Roberto Rizzi; a Martina Franca, in via Toniolo 6/r dove gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 10, ed è possibile rivolgersi all’ispettore micologo dott. Marcello Palmisano; a Grottaglie, via Portelle delle Ginestre Angolo via 1° Maggio dove gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 10, ed è possibile rivolgersi all’ispettore micologo dott. Giovanni Altavilla; a Castellaneta, via del Mercato dove gli uffici sono aperti al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 7 alle ore 8 e dalle ore 12 alle ore13 ed è possibile rivolgersi all’ispettore micologo, dott. Giuseppe Perniola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche