29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 09:44:00

Cronaca

Crolla il solaio, notte di paura. Sgomberato un palazzo in centro


TARANTO – Quattro famiglie sgomberate, danni da quantificare ma sicuramente ingenti, momenti di autentico terrore. L’immagine di una città che cade letteralmente a pezzi proviene da via Cape-celatro, in pieno centro, dove a venire giù è stato un solaio del quinto piano di una piccola palazzina. Un risveglio terribile, quando non era ancora scoccata l’una di notte. Il boato è stato forte, si è temuto che a cedere fosse tutto lo stabile, cinque appartamenti – di cui uno, al primo piano, disabitato – incastonati in un angolo di borgo a due passi dalle vetrine di via Di Palma e via D’Aquino, ma sprofondato in uno stato di tristissimo degrado.

Sul posto si sono fiondati, una volta raggiunti dalla segnalazione, i vigili del fuoco, come sempre in prima fila quando ci sono da affrontare le emergenze. Gli uomini del 115 hanno messo in sicurezza la zona, e fatto evacuare il palazzo. A complicare le cose, una fuga di gas, che è stata individuata e “disinnescata” con l’ausilio di una squadra di tecnici dell’Enel. Qualche minuto dopo in via Capecelatro è giunta anche una macchina della Polizia. Le quattro famiglie residenti nello stabile sono state rincuorate, ed hanno passato la notte in rifugi alternativi; tre sono state ospitate da parenti, una si è rivolta ad un albergo. Ci sono le transenne, adesso, a delimitare la ‘zona rossa’ ed a circondare il piccolo palazzo. Resta il problema di quattro famiglie che aspettano di sapere se la loro casa è agibile o meno, e quello di un fenomeno che si sta registrando con una certa preoccupante frequenza: strutture che cedono, nel “salotto buono” di Taranto, a rendere ancora più evidente (e pericoloso, soprattutto) lo stato di profondo degrado in cui versa la città. Non solo in periferia.

Giovanni Di Meo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche