19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 07:17:57

Cronaca

Incarichi e consulenze, così sceglie l’Amiu

Ecco l’avviso pubblico per rientrare nell’elenco dei professionisti


Un elenco dal quale scegliere i professionisti ai quali assegnare incarichi e consulenze esterne.

E’ stato pubblicato qualche giorno fa, sul sito internet dell’Amiu, l’avviso pubblico per “la costituzione dell’elenco fornitori per la partecipazione alle procedure negoziate sotto soglia comunitaria, relative ad appalti di forniture, servizi e lavori”. L’elenco sarà utile a scegliere i professionisti (come ad esempio gli avvocati ma anche i commercialisti) per l’assegnazione di incarichi che saranno conferiti dal responsabile della Struttura Amministrativa su autorizzazione del Consiglio di Amministrazione dell’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti in città. In pratica, si tratta dell’archivio all’interno del quale sono raccolte tutte le informazioni, generali e specifiche, relative agli operatori economici in possesso dei requisiti di idoneità professionale; capacità economica e finanziaria; capacità tecniche e professionali e di carattere morale.

Tra i requisiti richiesti per l’ammissione agli elenchi: «iscrizione all’albo professionale di riferimento; non aver subito condanne penali per delitto doloso; non essere incorso in sanzioni disciplinari; non trovarsi in stato di incompatibilità nell’interesse dell’azienda; regolare posizione contributiva con la cassa previdenzaiale d’appartenenza; essere in possesso di polizza assicurativa professionale, aver conseguito specializzazioni ed esperienze risultanti dal curriculum e provenienti da proficue e precedenti attività prestate in favore di pubbliche amministrazioni o aziende analoghe all’Amiu, rilevanti incarichi espletati nel settore professionale d’appartenenza, documentata professionalità acquisita attravero insegnamento, corsi di formazione e ogni altra utile attestazione».

Per scaricare il modulo di iscrizione, necessario a partecipare all’avviso pubblico, basta collegarsi al sito internet www.amiutaranto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche