Cronaca

Anziano picchiato e rapinato in casa

Una donna ha agito con un complice


Picchiano e rapinano un anziano nella sua abitazione: una donna viene arrestata mentre il complice riesce a fuggire.

I carabinieri della Stazione di Ginosa e i loro colleghi del Nucleo operativo e radiomobile, della Compagnia di Castellaneta la scorsa notte hanno fermato Olimpia Mangialardo, 33enne già nota alle forze dell’ordine. E’ accusata in stile “arancia meccanica” di aver rapinato un 78enne. Nel pomeriggio di ieri, la ragazza e un suo complice, che in queste ore è attivamente ricercato dai militari dell’Arma, con il volto coperto da una sciarpa, si sono introdotti nell’abitazione di un pensionato che vive da solo e, dopo averlo picchiato immobilizzato, si sono impossessati dei risparmi della vittima: 950 euro.

Subito dopo i due sono fuggiti a piedi nelle vie adiacenti. L’anziano, non appena si è ripreso dallo choc, ha chiamato i carabinieri. I militari sono piombati nell’abitazione del malcapitato hanno ricostruito l’episodio e hanno raccolto elementi validi per l’identificazione della ragazza e del complice. La donna è stata subito rintracciata nella sua abitazione.

Durante una perquisizione domiciliare, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato gli indumenti utilizzati durante la rapina e tre dosi di eroina e una di cocaina. Al termine delle formalità di rito, la 33enne è stata condotta nella casa circondariale di Taranto, come disposto dal magistrato di turno. L’anziano invece, è stato accompagnato presso l’ospedale di Castellaneta dove è stato medicato. Aveva escoriazioni ed ematomi guaribili in pochi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche