25 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Novembre 2020 alle 16:34:55

Cronaca

Natale di solidarietà in Città Vecchia

L’impegno dell’associazione Amic.A per i bisognosi del centro storico


Natale solidale in Città vecchia.

L’associazione Amic.A (Amici dell’Addolorata) ha incontrato, in occasione del Natale, le famiglie in difficoltà del centro storico. Lo ha fatto con un gesto di grande attenzione verso i più piccoli, grazie alla solidarietà del popolo tarantino. Infatti ha deciso di utilizzare il denaro raccolto in occasione del concerto di beneficenza “MusicAmica”, che si è tenuto lo scorso giugno, comprando tute e scarpe da ginnastica a tutti i bambini delle famiglie seguite dall’associazione. «Un aiuto concreto alla famiglie e un sorriso sulle labbra dei bambini. Perché i bambini sono tutti uguali, ovunque essi vivano».

L’Associazione Amic.A opera prioritariamente in Città Vecchia, e si esprime in «un comune spirito di accoglienza e di sostegno verso persone e famiglie in difficoltà, attraverso la consegna di doni alimentari che vengono portati direttamente nelle loro case, e persegue le proprie finalità avvalendosi in modo determinante e prevalente delle prestazioni personali, volontarie e gratuite dei propri associati e delle erogazioni liberali dei benefattori. Il contatto diretto con la famiglie permette di stabilire relazioni forti, e di supportarle cercando di aiutarle anche nella realizzazione di ulteriori bisogni».

Ma il bene si diffonde per contagio e, contestualmente alla consegna di questi regali (che è avvenuta nei giorni scorsi proprio in Città Vecchia, in via Duomo 16/18) l’associazione ha consegnato alle famiglie doni alimentari ricevuti da tanti amici “sensibili” a questo grande progetto di Amic.A. «Il singolo gesto di ogni persona che ci aiuta – afferma la presidente Gabriella Ressa – vuol dire sollevare momentaneamente persone in grave stato di bisogno dalle difficoltà, che a volte diventano urgenze, nello svolgere le azioni di ordinaria quotidianità». «Questa Taranto, quella della solidarietà e dell’attenzione verso chi ha più bisogno ci piace. E’ la Taranto operosa e silenziosa, che risponde prontamente alle sollecitazioni».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche