04 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Dicembre 2021 alle 16:57:00

Cronaca

Ruba una macchina, incastrato dal satellite

La notte scorsa intercettato dalla polizia in via Dante


Ruba una macchina ma viene preso grazie al sistema satellitare.

Intorno alle 3 della scorsa notte, allertati da una telefonata giunta alla sala operativa della questura, gli agenti della Squadra Volante si sono messi alla ricerca di una Fiat 500 , di colore rosso, appena rubata e che il sistema satellitare di cui è dotata aveva localizzato in via Golfo di Taranto. Le ricerche ben presto hanno dato l’effetto sperato. I poliziotti, infatti, hanno fermato l’auto segnalata in via Dante con alla guida Angelo Cava, tarantino di trentatrè anni, il quale nel corso del controllo non è stato in grado di giustificare la sua presenza a bordo della Fiat 500.

Cava è stato condotto negli uffici della questura, dichiarato in arresto e su disposizione dell’autorità giudiziaria trasferito nella casa circondariale di largo Magli. Nei giorni scorsi, invece, la polizia aveva preso due baby ladri. Erano stati sempre gli agenti della Squadra Volante ad arrestare un diciassettenne e un sedicenne. L’intervento dopo una telefonata al 113 con la quale veniva segnalata la presenza di due giovani che stavano tentando di forzare la saracinesca di un esercizio commerciale situato in via Principe Amedeo. In pochi minuti gli agenti hanno circoscritto la zona sorprendendo i due ragazzi ancora all’opera, i quali, alla vista dei poliziotti si sono dati alla fuga nelle vie adiacenti. Sono stati inseguiti raggiunti e bloccati. Un altro equipaggio della polizia ha recuperato alcuni arnesi da scasso che i due giovani avevano abbandonato davanti al negozio. Condotti negli uffici della questura, al termine delle formalità di rito, i due minori sono stati trasferiti nel centro di prima Accoglienza di Lecce, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Infine i carabinieri stanno dando la caccia al rapinatore solitario che venerdì scorso ha messo a segno un colpo in un supermercato. Il malvivente. che aveva coperto il volto con un passamontagna, ha fatto irruzione nell’esercizio commerciale e si è fatto consegnare l’incasso. La rapina intorno alle 19.30, in via Dante. Il malfattore dopo aver minacciato la cassiera si è impossessato dell’incasso giornaliero di 1.500 euro. Portato e termine il colpo ha fatto perdere le sue tracce. Sono in corso indagini da parte dei militari della stazione di Taranto Principale e dei loro colleghi del Nucleo radiomobile della Compagnia di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche