11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Maggio 2021 alle 15:46:20

Cronaca

Uccise l’ex fidanzata, ottiene uno sconto di pena

La decisione della Corte d'Appello sull'omicidio Pagliarulo


Riduzione di pena, da venti a diciassette anni e due mesi, per Cosimo De Biaso, il 26enne ritenuto colpevole dell’omicidio dell’ex fidanzata Ilaria Pagliarulo, avvenuto il 16 settembre 2013, a Statte.

La giovane donna era deceduta dopo una settimana di agonia. La riduzione della pena, concessa dalla Corte d’Appello, è il frutto della richiesta formulata dall’avvocato Maria Letizia Serra. L’imputato rispondeva anche dell’accusa di tentato omicidio della madre della giovane.

Era stato il giudice Vilma Gilli ad emettere la sentenza, al termine del rito abbreviato, il 20 marzo del 2015. Gilli spiegò le motivazioni della sentenza, sottolineando che De Biaso avrebbe potuto, dopo aver sparato il primo colpo di pistola, chiamare i soccorsi per evitare che la lesione procurata all’ex fidanzata si aggravasse. Invece il giovane “attese una notte intera per portare a termine la sua azione, incutendo nella vittima uno stato d’animo di soggezione profonda tale da farle accettare, quale male minore, un dolore fisico, piuttosto che altra violenza”. L’uomo sparò nuovamente alla donna la mattina dopo, causandole una morte lenta e dolorosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche