02 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 02 Dicembre 2020 alle 19:14:04

Cronaca

Bruciato nella notte bar della litoranea


LEPORANO – Incendiato un bar della litoranea nella notte. Una storia che puzza di bruciato e forse, anche di racket. Erano circa le tre, quando il fuoco è stato appiccato al “Bar caffetteria dei sogni”, un esercizio commerciale che si trova a Leporano, in viale Kennedy. I malintenzionati, per non essere visti, sono entrati nel locale attraverso una finestra che si trova su un lato non visibile dalla via pubblica. Dai primi accertamenti si è potuto stabilire che l’incendio è stato appicato con liquido infiammabile. Le fiamme hanno causato una forte esplosione all’interno del locale, tanto da distruggere la saracinesca e frantumare in mille pezzi le vetrate. Il boato dell’esplosione ha svegliato gli abitanti delle ville vicine.

Sono stati loro a lanciare l’allarme, chiamando al centralino dei vigili del fuoco che sono subito intervenuti per domare l’incendio ed evitare che le fiamme arrivassero anche nelle vicine abitazioni. Nonostante il tempestivo intervento degli equipaggi dei vigili del Fuoco per il bar c’è stato davvero poco da fare. Il rogo, infatti, lo ha divorato in pochissimi muniti. Immediatamente sul posto sono intervenuti anche i carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Taranto e della locale stazione. I militari hanno repertato alcuni elementi per poter ricostruire il fatto e per poter individuare gli autori dell’incendio di natura dolosa. E’ stato ascoltato anche il titolare del bar a cui ora spetta fare la conta dei danni ingenti. Intanto ai militari tocca cercare di decifrare il grave episodio. Al momento le indagini non escludono alcuna pista. La più gettonata, però, è quella del raid compiuto da emissari del racket delle estorsioni.

A.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche