25 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2020 alle 07:30:39

Cronaca

Neve e ghiaccio, in campo anche la Marina Militare

Sta intervenendo su richiesta del Prefetto di Taranto


Emergenza freddo polare: in questi ultimi giorni la Marina Militare sta contribuendo a fornire supporto alle operazioni di soccorso a favore della popolazione tarantina.

Personale militare e civile della Marina Militare del Comando Marittimo Sud sta intervenendo su richiesta del Prefetto di Taranto nella zona di Ginosa, dove in particolare l’intervento si rende necessario per liberare le strade dalla grande quantità di neve caduta negli ultimi giorni. Sul posto anche mezzi ed attrezzature: un pianale, una ruspa, due camion non ribaltabili, uno ribaltabile e altri mezzi minori.

“Gli uomini e i mezzi della Marina, strumento militare flessibile e versatile che si inquadra nella capacità messa in campo dalle forze armate a supporto della collettività anche in casi di calamità naturali – si legge in una nota della Marina Militare – supportano l’operato della Protezione Civile per rimuovere la neve dalle strade e ed accelerare il ripristino della viabilità. Negli anni il personale della Marina Militare è sempre stato presente nei territori colpiti da eventi analoghi. Oltre all’attuale intervento a favore della popolazioni colpite dal sisma in centro Italia, si ricordano gli interventi per l’alluvione del Polesine nel 1951, per quelli di Venezia, Rovigo e Firenze nel 1966, per i terremoti del Friuli nel 1976, dell’Irpinia e Basilicata nel 1980, per l’alluvione del delta del Po nel 1994, per un terremoto in Turchia nel 1999, per i terremoti del Molise nel 2002 e dell’Abruzzo nel 2009 e per il soccorso umanitario alla popolazione di Haiti nel 2010”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche