11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 15:20:57

Cronaca

Famiglie senza tetto, il Comune di Taranto cerca casa

In città è emergenza abitativa. L’appello ai privati


«Abbiamo la necessità di reperire almeno 10 piccole unità immobiliari che risolverebbero in parte l’emergenza abitativa venutasi a creare nelle ultime settimane».

A lanciare l’appello è l’assessore comunale ai Servizi Sociali, Gionatan Scasciamacchia, che si rivolge ai privati cittadini con l’obiettivo di reperire appartamenti da mettere a disposizione di famiglie che, anche a causa della perdita del posto di lavoro, sono costrette a vivere in condizioni di assoluta indigenza. La crisi a livello mondiale prima e la pesante congiuntura economica (tutta tarantina) poi, ha colpito centinaia di famiglie che sono state letteralmente tagliate fuori dal mercato del lavoro. «Intendo rivolgermi ai proprietari di piccoli alloggi disponibili affinchè li concedano in locazione per il tramite di questo Comune».

La direzione Servizi Sociali provvederà ad erogare, direttamente sul conto corrente del proprietario, il contributo abitativo nella misura di massimo 300 euro al mese per 12 mesi, prorogabili per un massimo di 24 mensilità in caso di persistente ed accertato bisogno della famiglia utilizzatrice. «Attualmente – spiega Scasciamacchia – abbiamo la necessità di sistemare alcuni nuclei familiari i quali, per la perdita del lavoro, sono costretti a vivere in auto o su panchine». L’assessore a Servizi Sociali spera che questo appello «dal carattere di urgente emergenza sociale possa sensibilizzare coloro i quali possono concretamente contribuire ad una soluzione, sia pure provvisoria ed a medio termine, per le situazioni abitative di maggiore gravità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche