23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 15:34:41

Cronaca

Birra e cibi scaduti. Sigilli in due market


TARANTO – Alimenti scaduti e marci. Birre con la data di scadenza strappata. Formaggi coperti di muffa. Licenze alla vendita mancanti. E’ quanto la Guardia di Finanza ha trovato in due supermercati, di Pulsano e Maruggio, che sono stati sequestrati: i controlli sono stati eseguiti dai militari del Comando provinciale di Taranto, insieme al personale del dipartimento di prevenzione della Asl. Oltre all’ordinanza di chiusura di un mini-market, sono stati sequestrati 150 kg di prodotti alimentari di vario genere in un supermercato, per violazioni alla normativa in materia igienico-sanitaria e di tutela della salute pubblica.

Nello specifico, nel corso dei due distinti interventi, i militari delle Fiamme Gialle hanno sequestrato, presso un supermercato di Pulsano 150 kg di alimenti in evidente cattivo stato di conservazione, tutti scaduti e alcuni mancanti delle elementari indicazioni di tracciabilità. Si tratta soprattutto di salumi, formaggi, pesce e bevande; ad alcuni di questi prodotti era stato rimosso il tagliando di scadenza originale e ne era stato apposto un altro riportante una scadenza successiva, mentre su alcune bottiglie di birra era stata addirittura “raschiata” la data di scadenza. Il titolare dell’esercizio commerciale è stato denunciato all’autorità giudiziaria per violazioni penali (frode e commercio di sostanze alimentari nocive) e delle leggi sul commercio. A Maruggio, invece, i finanzieri hanno apposto i sigilli ai locali di un piccolo mini-market, completo di attrezzature e merce destinata alla rivendita, ma sprovvisto delle necessarie concessioni ed autorizzazioni sanitarie. I finanzieri hanno riscontrato nel negozio gravi carenze igienico-sanitarie agli impianti e alle attrezzature. L’attività condotta da Asl e Finanza evidenzia ancora una volta come siano ancora numerosi i casi di esercizi commerciali che versano in precarie condizioni igienico-sanitarie, con possibili gravi pericoli per la salute pubblica, cosi’ da rappresentare un forte ostacolo alla crescita economica del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche