22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 16:48:29

Cronaca

I nonni si ritrovano attorno al braciere

Iniziativa nell’ex chiesa della Madonna della Scala


Sabato sera, nella bella cornice della ex Chiesa della Madonna della Scala, in via Duomo, sono stati numerosi i tarantini che, stretti attorno al braciere, hanno dato vita alla prima edizione della “Festa del Nonno” che civilmente si svolge in Italia dal 2005.

I nonni e le nonne presenti, coordinati da Antonio Fornaro, hanno dato vita al racconto di esperienze vissute attorno al braciere durante la loro fanciullezza. Tra i presenti, tra gli altri, il vice provveditore agli Studi, Nella Boccuni, i pittori Enzo Santoro e Lina Mannara, i presidenti delle tre associazioni organizzative e il direttore artistico Nicola Giudetti. Nel corso della serata sono state declamate poesie sui nonni da alcuni poeti dialettali presenti, poesie che sono state raccolte nel quaderno n. 99 – seconda serie – della “Vito Forleo” da Nicola Cardellicchio.

La serata si è conclusa con la degustazione di fave e ceci arrostite, noci e paste secche. Il mese di ottobre vedrà impegnate le tre Associazioni che operano nella ex Chiesa della Madonna della Scala in interessanti iniziative. La prima sarà la nuova edizione della mostra fotografica “Facce de aiere, pè le tarandine de osce” a cura di Nicola Giudetti, il ricordo di tre poeti dialettali scomparsi, Fedele Massante, Domenico Cantore e Domenico Carone ai cui parenti sarà consegnato il riconoscimento: “Una vita per la Tarantinità”. Nel corso del mese i poeti dialettali aderenti alle Associazioni renderanno omaggio ai tre poeti sulle rispettive tombe declamando componimenti dagli stessi composti. Nel frattempo l’Associazione Madonna della Scala è impegnata a stabilire tempi e modalità per il gemellaggio culturale tra la sua Associazione e il Santuario della “Madonna della Scala” di Massafra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche