19 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Settembre 2021 alle 22:57:00

Cronaca

Bruciata l’auto del vicesindaco

Nel mirino Iolanda Lotta. Un atto intimidatorio anche nel 2015


LEPORANO – Incendiata la macchina del vicesindaco Iolanda Lotta.
Intorno alle 5.30 di stamattina in fiamme la Fiat Pan­da parcheggiata nei pressi della sua abitazione, in via Roma.
Da una prima ricostruzione sembra che gli autori del pesante atto intimidatorio dopo aver versato liquido infiammabile sul cofano dell’autovettura abbiano appiccato il fuoco.
A notare l’incendio un passante che ha subito telefonato alla centrale dei vigili del fuoco. Lo stesso passante ha tentato di spegnere le fiamme  con un estintore. In via Roma oltre ai pompieri sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Leporano. Le indagini sono state avviate con la collaborazione dei militari della Compagnia di Taranto.
Gli investigatori passeranno al setaccio le riprese filmate dei sistemi di videosorveglianza della zona per raccogliere elementi utili alle indagini. Dovranno anche accertare se l’attentato incendiario compiuto all’alba di oggi sia da collegare agli incendi dei mezzi della nettezza urbana dei mesi scorsi.
Già nell’estate del 2015 Iolanda Lotta, commerciante ed esponente della lista civica Leporano Futura, era finita nel mirino.
Nella notte tra il 13 e il 14 giugno la Fiat Panda del vicesindaco di Leporano era stata danneggiata. Ignoti avevano versato una sostanza oleosa sulla carrozzeria. In queste ore solidarietà a Iolanda Lotta viene espressa dall’amministrazione comunale. Il sindaco Angelo D’Abramo incontrerà il prefetto per chiedere la convocazione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. “Respingiamo con fermezza questi attacchi criminali- ha dichiarato a Taranto Buonasera il primo cittadino di Leporano- noi siamo per la legalità che, com’è noto, è al primo posto del nostro programma elettorale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche