Cronaca

Per un debito di 18 milioni di lire rischia di perdere l’abitazione

A parlare è la figlia di un 80enne massafrese


«Stiamo cercando di far venire fuori quello che c’è dietro questo sistema delle aste delle aste giudiziarie».

A parlare è la figlia di Angelo Delli Santi, 80enne massafrese che, non essendo riuscito a pagare nel corso degli ultimi 30 anni un debito di 18 milioni delle vecchie lire, rischia di perdere la sua abitazione. La famiglia Delli Santi ha raccontato al TgNorba24 la triste vicenda costellata di notifiche e provvedimenti assunti dal giudice dell’esecuzione. Ora rischia di perdere la casa, stimata in 130mila euro, venduta all’asta per 90mila euro. «Avremmo voluto e potuto pagare ma un sistema giudiziario contorto e perverso ci ha distrutti. Mi hanno fatto fallire con un debito di 18 milioni di lire – ha spiegato Delli Santi – Sono alle soglie degli 80 anni, ho perso il lavoro e la dignità. Ora vivo in questa casa con mia moglie, mia figlia e mia nipote».

«Di qui non usciremo» attacca sua moglie. «Da quando è venuto fuori questo provvedimento – ha spiegato poi la figlia di Angelo Delli Santi – mio padre parla solo di morte». «Stiamo cercando la gistizia e la verità, cercando di far venire fuori quello che c’è dietro questo sistema delle aste giudiziarie».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche