22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 16:09:36

Cronaca

Firmato l’accordo per la gestione del Me.Ta.

Il mercato ortofrutticolo all'ingrosso


«Finalmente dopo otto lunghi anni di una inesistente gestione del centro Agro-alimentare Me.Ta, nei giorni scorsi è avvenuta una svolta».

E’ quanto afferma il presidente del Consorzio Jonio Ortofrutticoli, Francesco Greco, a margine della firma dell’accordo per la gestione del mercato ortofrutticolo all’ingrosso tarantino. «Alla presenza delle diverse realtà imprenditoriali insistenti nel Me.Ta. e delle rappresentanze della Amministrazione comunale – si legge in una nota – è stato firmato un importante accordo teso alla gestione e allo sviluppo del Centro Agroalimentare Me.Ta. Ringraziamo per questo l’Amministrazione Comunale nelle persona del sindaco che ha creduto e voluto questo cambiamento e nei due assessorati quello al Patrimonio, Mimmo Cotugno e quello delle Attività Produttive, Giovanni Guttagliere. Significativo è stato l’apporto dei tecnici e in particolare del Dirigente al Patrimonio Michele Matichecchia e delle attività produttive Carmine Pisano.

Il raggiungimento di questo risultato è avvenuto, grazie alla capacità di aggregazione tra le diverse realtà nonché in quella di elaborare un unico progetto condivisibile da parte del nostro Presidente emerito Emanuele Papalia, supportato anche dalla professionalità dell’avvocato Massimo Moretti». Ringraziamo inoltre – proseguono dal Consorzio Jonico Ortofrutticoli – l’interesse manifestato dal comandante della Polizia locale, Michele Matichecchia, il quale ha avocato a sé l’attuazione delle prime attività del nuovo corso gestionale, garantendo nel tempo stesso ai diversi operatori la sua attenzione alle problematiche che dovessero evidenziarsi. Eravamo seriamente preoccupati del nostro destino delle realtà che rappresentiamo nonché per le varie centinaia di lavoratori che gravitano all’interno della piastra logistica;

Oggi poniamo una enorme fiducia nell’ accordo siglato con l’auspicio che esso possa essere di stimolo e sostegno alle “diverse economie” interessate considerando che lo stesso Consorzio ha già allo stato importanti accordi oltre che nel comparto agricolo anche in quello mitilicolo e dell’ostricolutura».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche