Cronaca

Terremoto nel Centro Italia, il grande cuore di Taranto

Raccolta fondi in città per aiutare le popolazioni colpite dal sisma


Raccolti 1.104 euro per i terremotati del Centro Italia.

Grande partecipazione di pubblico domenica scorsa a Talsano dove, nel “Manco Open Theatre”, si è svolto il concerto organizzato da un gruppo di giovani tarantini per raccogliere fondi da destinare alla Protezione Civile nazionale, per le necessità dei terremotati del Centro Italia. Serata avviata con la proiezione di un video che ha riproposto i tragici momenti dei soccorsi. Poi un minuto di silenzio.

Presentati da Nicla Pastore si sono esibiti il duo Wiar e i Terraross. Dopo due ore circa di bella musica, purtroppo, la pioggia ha costretto ad interrompere l’evento che, in ogni caso, ha colto in pieno l’obiettivo. Sold out per un concerto che ha registrato la adesione di altri gruppi, che a causa del maltempo non si sono potuti esibire: I Motiva; Sunny Band; Cristiano Cosa; Quadrophonix. Grande soddisfazione degli organizzatori: Filippo Pavone, Alessia Margherita, Ciro Trani, Marika Tisei, Efisio Mameli, Claudio Aurora e Daniele Manco, che pensano di recuperare in futuro la parte di concerto che la pioggia ha impedito di realizzare.

L’evento ha registrato anche il sostegno del presidente dell’Ordine degli Avvocati, Vincenzo Di Maggio e della Scuola Forense rappresentata dalla presidente avvocato Paola Donvito. In platea, tra gli altri, anche il vicesindaco di Taranto, Lucio Lonoce, il consigliere regionale Renato Perrini ed il consigliere comunale Tony Cannone. Raccolti in tutto 1.104 euro che verranno inviati con bonifico alla protezione civile nazionale. Anche i Notai di Taranto solidali con le popolazioni terremotate. Vivo apprezzamento è stato espresso dal Consiglio nazionale del notariato al presidente del Consiglio notarile di taranto, Vincenzo Vinci, che ha aderito alla costituzione del Comitato per la raccolta fondi per il terremoto che ha colpito le zone di Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto e Pescara del Tronto.

Le somme raccolte dal Consiglio notarile di Taranto sono state messe a disposizione dell’organismo nazionale e verranno destinate ad una iniziativa specifica che verrà definita non appena chiarite localmente le priorità e sarà nota l’entità delle somme raccolte. «Il notariato – sottolinea il presidente Vincenzo Vinci – è da sempre vicino alle popolazioni colpite da calamità e partecipe in prima linea per contribuire alla ricostruzione tramite raccolte fondi». Lo confermano i precedenti: nel caso del terremoto dell’Aquila del 2009, la raccolta è stata destinata alla realizzazione di aree per gli studenti, sale studio ed elaborazione progetti, nonché di aule specificamente dedicate alla formazione all’interno della struttura didattica dell’Università degli Studi dell’Aquila, situata presso il polo didattico di Coppito, mentre per il sisma in Emilia del 2012 le donazioni sono state devolute al Comune di Finale Emilia per la ricostruzione della biblioteca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche