29 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 28 Ottobre 2020 alle 19:53:45

Cronaca

L’asilo nido Del Vasto resta chiuso 6 mesi

Si dilatano i tempi. La verità dagli atti approvati dal Comune


«Questa sede appartiene da sempre all’infanzia di Taranto: ridatecela».

Il cartello campeggia sulla porta d’ingresso dell’asilo Del Vasto. La struttura della Città Vecchia, chiusa da tre mesi, non riaprirà i battenti a breve, visto che i tempi per l’esecuzione dei lavori continuano a dilatarsi. Davanti ai cancelli è possibile prendere visione anche dell’ordinanza di chiusura temporanea firmata dal sindaco Stefàno lo scorso 2 novembre. «Dalla relazione conclusiva delle indagini diagnostiche eseguite sui solai e sugli elementi strumentali degli asili comunali – si legge nel provvedimento – è emersa la situazione rilevata presso l’asilo Del Vasto, dove le indagini hanno evidenziato la necessità di interventi rilevanti sulle strutture dell’immobile, attesa la presenza di valori estremamente scarsi della resistenza del calcestruzzo che rendono indispensabile un immediato intervento globale di rinforzo delle strutture tanto da evitare importanti fenomeni di distacco che, anche in considerazione dell’utenza dell’immobile, potrebbero costituire un immediato pericolo per la incolumità pubblica». In altre parole l’asilo è a rischio crolli.

Ecco perchè devono essere realizzate «le opere necessarie alla soluzione delle problematiche evidenziate oltre che l’adeguamento normativo dell’intera struttura, in assoluta sicurezza. Appare indispensabile – spiega il sindaco – procedere alla temporanea chiusura dell’asilo alla frequenza degli alunni per il tempo necessario agli interventi di messa in sicurezza dell’intero edificio». Dal 2 novembre, quindi, e per «un tempo stimato di 90 giorni, salvo eventuali proroghe», il nido resterà chiuso per lavori. Sono trascorsi tre mesi ma degli interventi, almeno esternamente alla struttura, non c’è traccia. La sede individuata dall’Amministrazione comunale per ospitare “temporaneamente” i bambini Del Vasto è ricaduta sull’istituto scolastico Santa Teresa, in via Anfiteatro.

«Tale soluzione – si legge in un “carteggio” tra il dirigente alla Pubblica Istruzione ed il sindaco Stefàno, datato 17 novembre – appare rispondente alle richieste dei genitori di reperire una sede unica che sia anche vicina all’asilo del Vasto, ma sopratutto consente di garantire a tutti i bambini la continuità del servizio educativo svolto dall’équipe di personale, e valutato congruo il canone richiesto (1.000 euro, oltre le spese di pulizia giornaliera, ndr) in considerazione del numero dei vani messi a disposizione, dell’ubicazione della struttura, della limitata durata dell’utilizzo, tre mesi, sarebbe praticabile e consigliabile trasferire provvisoriamente presso l’istituto santa Teresa i bambini ed il personale dell’asilo nido Del Vasto, fino al completamento dei lavori ed alla riapertura della struttura comunale».

Come detto, i mesi sono trascorsi inesorabilmente ed i lavori sono tutt’altro che completati. Anzi, ad avvalorare la tesi della chiusura prolungata della struttura, c’è anche una determina della direzione Patrimonio – Gestione Locazione locali di proprietà comunale (n. 55 del 19 gennaio) con la quale il Comune stanzia i fondi per il canone di locazione dell’istituto Santa Teresa. Il dirigente, quindi, ha deciso di «prendere in locazione per 6 mesi i locali messi a disposizione dall’istituto per ospitare le attività dell’asilo nido Del Vasto», tempo ritenuto «sufficiente per la messa a norma della struttura asilare». Si allontana, quindi, il ritorno dei bambini nelle aule dell’asilo Del Vasto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche