Cronaca

Tangenti in Marina, tutti dal giudice. Tranne Di Guardo

Oggi gli interrogatori davanti al Gip


Tagenti in Marina, tutti dal gip, tranne di Guardo.

Oggi in programma gli interrogatori degli arrestati nella operazione della Guardia di Finanza per le bustarelle a Maricommi. Saranno ascoltati Martire, Abbate, Musciacchio, Calabrese, Mantovani e Bisceglia. Quest’ultimo è detenuto nel carcere di Pisa. Nel collegio di difesa gli avvocati Luca Balistreri, Enzo Sapia, Gianluca Mongelli, Vincenzo Vozza e Ottavio Martucci. Le indagini hanno confermato l’esistenza del cosiddetto sistema del 10% e il giudice nell’ordinanza di custodia cautelare ha sottolineato che “ è il frutto di accordi ben collaudati e consolidati nel tempo, tanto che lo stesso Di Guardo ha dovuto ammettere di percepire tangenti sin dai tempi in cui rivestiva l’incarico di capo servizio a Maricegesco a La Spezia”. Per l’accusa l’ex direttore di Maricommi sin dal primo momento in cui è giunto a Taranto per insediarsi nel suo nuovo incarico, inviato per fare pulizia dopo i precedenti arresti e inaugurare un nuovo corso, avrebbe preso invece immediati contatti con due arrestati nel precedente blitz con i quali si era già incontrato a Roma.

“Insieme avevano costituito una vera e propria struttura associativa volta ad assicurare l’affidamento degli appalti gestiti dalla direzione di Maricommi ad alcuni imprenditori, realizzando un vero e proprio cartello di imprese” scrive il giudice per le indagini preliminari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche