x

21 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 21 Maggio 2022 alle 00:12:00

Cronaca

Arcelor Mittal: «Ma noi non vogliamo chiudere lo stabilimento»

La risposta dell'azienda alla Fiom


«L’idea che vogliamo chiudere Ilva è totalmente priva di fondamento». Così Arcelor Mittal, in una dichiarazione riportata dalla Gazzetta del Mezzogiorno risponde al segretario della Fiom, Rosario Rappa, che ieri a Taranto aveva espresso tutta la sua preoccupazione per l’eventualità di un drastico ridimensionamento dello stabilimento tarantino se questo dovesse finire nelle mani del colosso francoindiano.

Arcelor ha invece ribadito di essere «la sola azienda che possa vantare l’esperienza» per rilanciare Ilva. Questo, in larga massima l’obiettivo: «6 milioni di tonnellate nei 3 altiforni. E forniremo 2 milioni di tonnellate addizionali di bramme per l’attività di finitura, arrivando quindi a 8 milioni di tonnellate». Salvo ulteriori rinvii, il 3 marzo dovrebbero essere presentati i piani delle due cordate. L’altra è quella Jindal-Cassa Depositi e Prestiti -Delvecchio-Arvedi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche