21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 07:06:02

Cronaca

L’Equity Crowfunding della Bcc San Marzano

Il progetto è stato presentato ufficialmente a Taranto


E’ stato presentato ufficialmente a Taranto nella Sala Stampa della Filiale BCC San Marzano in via Pupino 13, lo sportello Equity Crowdfunding nato dall’azione sinergica della banca con MuumLab, la prima piattaforma autorizzata dalla Consob nel Sud Italia.

L’incontro è positivo momento di confronto sulle potenzialità dell’equity crowdfunding, come forma di investimento alternativa per le startup innovative. Uno strumento che utilizza il web per finanziare idee, consentendo la raccolta di capitali attraverso portali vigilati dalla Consob, che fungono da intermediari tra progetti innovativi e investitori. Questi ultimi acquistano, tramite internet, veri e propri titoli di partecipazione nella società promotrice dell’idea. Sono intervenuti il direttore generale della BCC San Marzano, Emanuele di Palma, il prof. Vito Albino, commissario straordinario Arti Puglia (agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione) nonché prorettore del Politecnico di Bari, Paolo Ciccolella e Maurizio Maraglino, rispettivamente presidente e direttore di MuumLab.

Il direttore generale della BCC San Marzano, Emanuele di Palma, ha sottolineato il ruolo della banca in questa operazione, evidenziando come l’istituto di credito tarantino, nei 60 anni di attività sul territorio, ha sempre puntato su innovazione e diversificazione, aprendo le porte a nuovi settori. “Il crowdfunding – ha spiegato di Palma – è una delle principali rivoluzioni nell’ambito dello sviluppo e del finanziamento delle Startup innovative. Un fenomeno con enormi potenzialità di crescita in cui la banca intende continuare ad investire e dare il suo contributo per evitare la fuga di cervelli dal nostro territorio, offrendo strumenti efficaci a giovani imprenditori per realizzare idee vincenti. Sullo sportello ha sottolineato che si tratta di “un punto di ascolto per tutti coloro che hanno idee ma non le risorse necessarie per realizzarle.

Un vero e proprio ufficio di consulenza che indirizza il progetto dalla fase embrionale al business plan fino alla pubblicazione sul portale MuumLab per la raccolta dei fondi”. In realtà il crowdfunding fa parte di una più ampia strategia della banca orientata digitalizzazione, alla multicanalità e al web. “Non a caso – ha concluso di Palma – siamo impegnati su più fronti con il lancio del nuovo conto on line Facile Web, con l’implementazione della Firma Grafometrica per il risparmio della carta e l’ottimizzazione del servizio al cliente, con l’allestimento di postazioni self all’interno delle filiali per consentire l’accesso all’home banking e infine con l’attivazione dei pagamenti via smartphone tramite app dedicata”. Il prof. Vito Albino, in qualità di commissario straordinario Arti Puglia un polo che ha tutte le carte in regola per dare un forte impulso all’economia locale. “Un record di portata nazionale che sorprende – ha dichiarato con forza Albino – un punto d’ascolto cosi strutturato non può che stimolare specializzazioni intelligenti e far emergere talenti in un territorio che ha ancora tanto da esprimere.

Nell’ottica della Puglia – ha sottolineato il prorettore – sono fortemente convinto che possiamo a pieno titolo competere nella partita nazionale ed essere un benchmark per le altre realtà regionali: i numeri che abbiamo parlano di una vitalità pugliese importante nella creazione di imprese innovative”. Paolo Ciccolella, presidente di MuumLab ha illustrato il funzionamento tecnologico della piattaforma, spiegandone le potenzialità e le specificità che la rendono tra le più competitive a livello internazionale. Maurizio Maraglino, direttore di Muumlab ha evidenziato come oggi il ruolo delle startup sia fondamentale nell’ecosistema dell’innovazione. “Muumlab vuole diventare un hub per finanziare progetti innovativi per Startup e Pmi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche