18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

Cronaca

Si torna a sparare ma fallisce l’agguato


TARANTO – Seconda sparatoria in una settimana, in via Venezia, ma questa volta l’agguato è andato a vuoto. Notte di paura nella zona situata il parco archeologico e il palamazzola dove sono echeggiati ancora una vota colpi di pistola. Meno di una settimana afa nella stessa via era stata “gambizzata” una donna, la moglie di una persona già nota alle forze dell’ordine. La notte scorsa , prima dell’una alla centrale operativa dei carabinieri è arrivata la telefonata di un residente preoccupato che aveva udito quattro colpi di arma da fuoco e sgommate di auto. Sul posto sono piombati i militari del Nucleo radiomobile della Compagnia di Taranto e i loro colleghi della scientifica, diretti dal tenente Pietro Laghezza.

Hanno raccolto una ogiva calibro 9. Al momento non si sa molto sul fallito agguato del rione Solito . Non è certo se i colpi di pistola siano stati esplosi da un’auto in corsa verso persone che si trovavano per strada o, al contrario, se le pistolettate siano state indirizzate verso una macchina ferma in zona che poi si è allontanata a tutto gas. L’unica cosa certa è che in sette giorni in via Venezia si sono registrate due sparatorie. Nella notte tra il 13 e il 14 luglio una donna era stata “gambizzata” per strada, mentre era in compagnia di amici. Raggiunta da un proiettile alla gamba destra una ventitreenne, moglie di una persona attualmente detenuta. La donna era stata accompagnata all’ospedale “SS. Annunziata” da un motociclista che si era poi allontanato, senza farsi identificare. La ferita era stata subito soccorsa e giudicata guaribile in un mese. Al “SS. Annunziata” erano intervenuti i poliziotti della Squadra Volante e della Squadra Mobile, i quali avevano subito interrogato la donna rimasta ferita. La 23enne aveva riferito che si trovava per strada, insieme ad alcuni amici, quando aveva avvertito un forte bruciore alla gamba destra. Si era accorta di essere stata raggiunta da un colpo di pistola ed aveva chiesto aiuto. Gli investigatori della Questura stanno indagando per accertare se l’obiettivo era la donna o le persone che si trovavano con lei per strada. La notte scorsa in via Venezia si è verificata un’altra sparatoria e a questo punto i carabinieri quali sono state affidate le indagini vogliono scoprire se i due agguati a suon di piombo siano collegati. Non è escluso infatti che sia in atto una scontro tra due gruppi di fuoco legati alla mala locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche