29 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 28 Gennaio 2022 alle 22:49:00

Cronaca

Vie Francigene, Taranto tagliata fuori

Il “niet” della Giunta regionale nonostante il via libera del Consiglio


«Ti prego di intervenire nei confronti della Giunta Regionale, allo scopo di attribuire valore alle decisioni che il Consiglio prende allo scopo di non rendere inutile il nostro impegno e il nostro lavoro».

L’esclusione da parte della Giunta regionale di Taranto e della sua provincia dall’itinerario delle vie Francigene del Sud, contrariamente a quanto deciso dal Consiglio regionale che, all’unanimità, ha approvato una mozione in tal senso che aveva nel consigliere regionale Gianni Liviano il primo firmatario, è alla base della lettera che lo stesso consigliere ha indirizzato al presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo. Nella lettera il consigliere Liviano chiede un «intervento deciso da parte del presidente Loizzo affinché le prerogative e le funzioni del Consiglio regionale vengano rispettate dalla Giunta allo scopo di attribuire valore alle decisioni che il Consiglio prende».

«Caro Presidente, mi permetto di scriverti per palesarti il mio disagio motivato dalla consapevolezza che per quanto il consiglio, grazie anche al tuo importante contributo, con senso di responsabilità, facendo sintesi a volte anche di diversità culturali, valoriali o politiche, tenti di condividere scenari di futuro e di bene comune, la Giunta spesso ignori le nostre scelte – scrive Liviano. Mi riferisco nella fattispecie alla delibera di Giunta n. 190 del 14/02/2017 che, tracciando gli itinerari delle vie Francigene del sud, non inserisce la provincia jonica contraddicendo, di fatto, quanto, all’unanimità si era fatto approvando una mozione da me firmata, in data 25/10/2016. Mi riferisco per la verità anche alla mozione, a firma mia e dei colleghi Galante, Mazzarano, Morgante, Pentassuglia, Turco, Vizzino, Zinni, approvata dal Consiglio in data 18/10/2016, finalizzata a “impegnare la Giunta a valorizzare l’infrastruttura aeroportuale di Grottaglie predisponendola a voli civili” e rimasta, a tutt’oggi, lettera morta.

Ti prego pertanto – si conclude la missiva indirizzata al presidente del Consiglio Loizzo – di intervenire nei confronti della Giunta Regionale, allo scopo di attribuire valore alle decisioni che il Consiglio prende allo scopo di non rendere inutile il nostro impegno e il nostro lavoro».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche