Cronaca

Blitz di Renzi a Taranto

Ieri mattina l’ex premier ha incontrato i sindacati sull’Ilva


«Taranto, stamani. Ho incontrato alcuni rappresentanti dei lavoratori dell’Ilva insieme alla mitica Teresa Bellanova. Non abbandoniamo i lavoratori di questa realtà così importante».

Con questo post a corredo di una suggestiva foto del Mar Grande, scattata dalla terrazza del Delfino, Matteo Renzi ha divulgato la notizia del suo blitz tarantino.

L’ex premier è arrivato a Taranto l'altra notte, dopo la visita in Calabria. E stamani, di buon’ora, ha incontrato i segretari di im, Fiom, Uilm e il viceministro Teresa Bellanova. Con loro ha fatto il punto della situazione, parlando dle futuro dello stabilimento, di ambientalizzazione, dell’accordo sulla cassa integrazione, di amianto e di tutela dell’occupaizone.

E a proposito di posti di lavoro, lo stesso Renzi, questa volta su Facebook, nellostesso post in vui parla di Taranto, ha scritto: «Istat oggi ha dato il consuntivo finale dei posti di lavoro creati nei mille giorni del nostro governo. Da febbraio 2014 a dicembre 2016 il saldo netto positivo è stato di 681mila posti di lavoro in più. Di questi 488mila a tempo indeterminato. Questi sono numeri, fatti, storie. Forse non sono voti, ma certo sono volti in carne e ossa. Ancora non basta, ma il JobsAct ha restituito una speranza a molti nostri connazionali. Adesso di nuovo in auto verso un’altra tappa del nostro viaggio al Sud. Un sorriso e buona giornata».

Dell’incontro hanno poi dato notizia le segreterie di Fim, Fiom e Uilm: «Questa mattina le segreterie territoriali di Fim, Fiom e Uilm hanno incontrato a Taranto, su sua convocazione, il vice ministro al Ministero dello Sviluppo Economico, Teresa Bellenova, per un confronto legato alla gestione della fase di cessione degli stabilimenti Ilva s.p.a. in Amministrazione Straordinaria Durante il “Tavolo”, al quale era presente anche l’ex premier Matteo Renzi, i segretari generali di Fim, Fiom, e Uilm, Valerio D’Alò, Giuseppe Romano e Antonio Talò, insieme ad alcune rappresentanti sindacali unitarie operanti nel sito siderurgico tarantino, hanno affrontato varie tematiche relative alla situazione Ilva. Tra i punti: la valutazione della possibilità di effettuare rilievi mirati al riconoscimento di danno sanitario che sia in linea e derivato dai nuovi piani ambientali; Applicazione in toto dall’Aia, rielaborata, e solo in versione migliorativa, in relazione ai nuovi piani ambientali; l’analisi dei percorsi possibili relativi alle bonifiche di amianto e soprattutto ai possibili riflessi a beneficio dei i dipendenti; il mantenimento degli attuali livelli occupazionali e il riconoscimento di adeguati ammortizzatori sociali per accompagnare il percorso di ambientalizzazione e di fermate temporanee degli impianti come riportato nell’accordo del 27/02/2017.

Fiom, Fiom e Uilm ritengono indispensabile un continuo confronto con il governo e con i commissari straordinari e ribadiscono la necessità che il governo garantisca la tutela dell’ambiente, della salute dei cittadini del territorio ionico e dei lavoratori di Ilva ed il mantenimento dei livelli occupazionali». «Ritengo molto significativo – commenta Giampiero Mancarelli, del coordinamento provinciale Pd a proposito della visita dell’ex premier – che Renzi abbia voluto essere a Taranto in questa bella fase d’ascolto. È un segnale d’attenzione per Taranto molto importante».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche