25 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Novembre 2020 alle 17:23:31

Cronaca

Tentò di rapinare un benzinaio, ai domiciliari un 18enne

Il Gip lo ha mandato a casa accogliendo la richiesta avanzata dai suoi legali


Ha ottenuto i “domiciliari” il 18enne Francesco Pignatelli che a novembre scorso aveva tentato di mettere a segno una rapina in un’area di servizio di Statte.

Il gip lo ha mandato a casa accogliendo la richiesta avanzata dall’avvocato Massimiliano Scavo. Pignatelli, era stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Statte e dell’Aliquota operativa della Compagnia di Taranto. I militari gli avevano notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Taranto, per concorso in tentata rapina aggravata, lesioni personali, detenzione e porto illegale di arma da fuoco e resistenza a pubblico ufficiale. Le indagini erano state avviate dai carabinieri di Statte, subito dopo una tentata rapina avvenuta nella serata di sabato 12 novembre ai danni di un distributore di carburanti situato in via Taranto.

Uno dei due rapinatori fu subito preso, l’altro riuscì a fuggire. I due entrambi con il volto coperto da passamontagna e uno dei quali armato di pistola, a bordo di un ciclomotore con targa parzialmente coperta, erano entrati nella stazione di servizio e avevano minacciato il titolare intimandogli di consegnare l’incasso. La vittima, per nulla intimorita, aveva reagito ingaggiando una colluttazione con i malfattori i quali erano stati costretti a fuggire. Avevano incrociato una pattuglia di carabinieri i quali, attivati da una telefonata giunta al 112, si stavano già portando sul posto.

I rapinatori erano stati costretti ad invertire il senso di marcia, avevano imboccato le vie del centro urbano, che era particolarmente affollato, ed erano riusciti a dileguarsi. I malviventi nel frattempo avevano abbandonato la moto ed erano fuggiti a piedi. Le ricerche avevano consentito poco dopo, di sorprendere per strada uno dei due malfattori un diciannovenne incensurato tarantino il quale, dopo aver tentato nuovamente di sfuggire alla cattura, era stato bloccato ed arrestato. Le successive indagini condotte dai militari di Statte avevano permesso agli investigatori, di identificare l’altro rapinatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche