18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

Cronaca

Serie di furti in abitazione, inchiodato da Facebook

Colpi con le chiavi di casa delle vittime. Caccia al resto della banda


Identificato e arrestato uno dei componenti di una banda specializzata in furti in abitazione.

I carabinieri dell’Aliquota operativa della Compagnia di Massafra hanno notificato un provvedimento restrittivo, emesso dal gip del Tribunale di Taranto, Filippo Di Todaro, su richiesta del sostituto procuratore Remo Epifani, nei confronti di Fabio Pisani, 19enne di Bari, ritenuto responsabile con alcuni complici ancora non identificati di una serie di furti in appartamento. I carabinieri dell’Aliquota operativa di Massafra hanno indagato su diversi furti in abitazione compiuti durante l’intera stagione estiva. Gli autori andando in giro per il litorale di Chiatona adocchiavano le vittime e individuavano la macchina con la quale avevano raggiunto la località balneare.

A quel punto, dopo aver forzato la serratura del veicolo, si impossessavano delle chiavi delle abitazioni e dei documenti di circolazione che le vittime avevano lasciato nella propria auto, ritenendolo un posto più sicuro rispetto alla spiaggia. I ladri successivamente raggiungevano le abitazioni dei malcapitati e si impossessavano di oggetti preziosi e di denaro. Acquisita la sicurezza e la tranquillità nel compiere i raid, i ladri hanno commesso, in particolare in due circostanze, degli errori che hanno consentito ai carabinieri di identificare uno degli autori dei furti.

In un primo episodio i malviventi hanno portato via da un’abitazione vari monili in oro e soldi contanti di considerevole valore. Gli accertamenti effettuati dai militari dell’Arma hanno consentito di individuare, nei pressi dell’abitazione della vittima, un sistema di video sorveglianza di un esercizio commerciale dal quale hanno estrapolato le immagini. Grazie ai filmati sono stati individuati l’autovettura usata dai malfattori e caratteristiche somatiche e abbigliamento di uno degli autori. I carabinieri sono quindi riusciti a identificare il 19enne barese. Ad aggravare la sua posizione la spregiudicatezza nell’uso di Facebook.

Tra le varie foto postate dal giovane, ve ne era una nella quale il ragazzo aveva lo stesso abbigliamento indossato durante il furto. Con le stesse modalità gli investigatori in un sopralluogo eseguito qualche giorno dopo in un appartamento “visitato” dai ladri sono riusciti grazie alle immagini e alle dichiarazioni di un testimone, ad incastrare Fabio Pisani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche