Cronaca

Arsenale in casa, arrestato un operaio


MANDURIA – In casa aveva un arsenale. Pistole, un fucile ad aria compressa, munizioni e pugnali. Il cinquantenne Domenico Locorotondo (nella foto) operaio già noto alle forze dell’ordine è stato arrestato dai poliziotti del Commissariato di Manduria. Nella tarda serata di ieri gli agenti hanno eseguito una perquisizione in casa dell’uomo ed hanno rinvenuto e in un locale adibito a laboratorio attiguo al terrazzo dello stabile, hanno rinvenuto e sequestrato, due fucili catalogati come armi storiche, una carabina ad aria compressa modificata, due pistole lanciarazzi calibro 22 con matricola limata, 2 pistole giocattolo provviste del regolare tappo rosso, nonchè numerosi proiettili di vario calibro.

Oltre alle armi, tutte detenute illegalmente, gli agenti hanno recuperato sempre all’interno dell’officina, quattro pugnali, una sciabola con una lama di circa 80 centimetri e due tubi di metallo molto simili a quello usato per modificare la carabina. L’uomo è stato condotto negli uffici del Commissariato, ed al termine degli accertamenti dai quali emerso che non era autorizzato a detenere delle armi, è stato tratto in arrestato e trasferito nella casa circondariale del capoluogo ionico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche