19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

Cronaca

Sventata una truffa grazie alla vicina di casa

L'intervento tempestivo della polizia ha portato a due arresti


Grazie alla telefonata di una vicina di casa la polizia sventa una truffa ad un anziano.

Gli agenti della Sezione Volanti, ieri sera hanno arrestato per truffa aggravata i tarantini Daniele Latorre, 37 anni e Cristian Fuggetti, 29. I poliziotti della sala operativa intorno alle 13 di ieri sono stati allertati dalla telefonata di una donna insospettita dalla inusuale presenza di due giovani in casa del suo vicino, un di 88enne che vive da solo.La donna ha riferito di aver distintamente ascoltato i due giovani che insistentemente chiedevano all’anziano il pin del suo bancomat e, allarmata, ha deciso di informare la Polizia .

Nel giro di pochi minuti gli agenti della Volante erano già sul posto e una volta raggiunto l’appartamento hanno sorpreso i due giovani ancora in casa dell’anziana vittima. Ascoltando il proprietario di casa hanno avuto conferma di quanto già segnalato dalla sua vicina. I poliziotti hanno poi accertato che i due giovani, presentatisi come promotori di una compagnia che fornisce energia elettrica, annoveravano precedenti penali. Latorre è anche segnalato per il reato di truffa. L’anziana vittima ha anche lamentato la mancanza del suo bancomat che aveva fino ad alcuni minuti prima.

La tessera è stata poi rinvenuta sotto l’apparecchio telefonico affianco alla porta d’ingresso.I due presunti truffatori sono stati accompagnati negli uffici della questura e su disposizione dell’autorità giudiziaria sono stati dichiarati in arresto. Proseguono le Indagini per accertare se i due fermati abbiano portato a termine altri raggiri ai danni di anziani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche