01 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 01 Dicembre 2020 alle 19:30:01

Cronaca

«Carabinieri in Città Vecchia? Tutto bloccato»

L'intervento della Confcommercio


A che punto è il trasferimento a Palazzo Fornaro della caserma Carabinieri?

E’ quanto si domanda la Confcommercio che, nei giorni scorsi, ha scritto al prefetto per chiedere chiarezza sul progetto «che doveva realizzarsi in tempi brevi e che a tutt’oggi, a distanza di due anni, sembra difficile concretizzare – evidenziano in una lettera al prefetto, Umberto Guidato, il presidente di Confcommercio Taranto, Leonardo Giangrande, e il presidente della delegazione Città Vecchia, Cosimo Bisignano.

Il territorio ha necessità di ripartire dal turismo, dalle attività legate al mare e alla cultura. L’indugiare di un percorso che avrebbe portato un presidio dei carabinieri in un luogo che è un immenso museo a cielo aperto e che è trainante per il rilancio turistico della città, fa venire meno la fiducia nella volontà delle Istituzioni di accompagnare la rinascita di Taranto, e la speranza in una ripresa. Sono importanti segnali di vicinanza dello Stato alla comunità locale che ora attende fatti e non promesse. Chi vive e lavora nell’Isola ha necessità di sentire la presenza fisica dei tutori della legalità nei vicoli, nelle strade e nelle piazze. Il previsto trasferimento a Palazzo Fornaro, concesso in affidamento gratuito dal Comune di Taranto, per la collazione della Caserma San Cataldo è inspiegabilmente bloccato da problematiche che sfuggono alla comprensione dei cittadini».

Di qui la richiesta di un incontro con il Prefetto finalizzato a «comprendere le ragioni di tale impasse e ad individuare un percorso utile affinché tale situazione si sblocchi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche