11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 15:20:57

Cronaca

Jindal Steel, il pellet dalle polveri

L’Ilva di Taranto come testa di ponte per lo sbarco in Europa


L’Ilva di Taranto come testa di ponte per lo sbarco in Europa, prima tappa di un assalto a nuovi mercati.

E’ la strategia di Jsw Steel, primo tra i gruppi siderurgici indiani, partner di AcciaItalia, rivale di Arcelor. Per l’Ilva si punta sul preridotto e su una tecnologia di recupero delle polveri sottili indicata come vero ‘asso nella manica’ nella complessa partita ambientale. Jsw Steel fattura 9 miliardi di dollari con una produzione di 18 milioni di tonnellate annue, esportate in 100 paesi. Da Jsw Steel insistono molto sulla responsabilità sociale d’impresa, con una fondazione che opera nella sanità e nell’istruzione. Presso lo stabilimento più grande in India sono state costruite 2.500 abitazioni per i lavoratori e piantati 1.6 milioni di alberi per un totale di 2.500 ettari di verde. Ma come detto, Taranto sarebbesolo una parte della strategia d’espansione del gruppo di Sajjan Jindal.

E’ il portale Siderweb a riprendere quanto riporato dall’Economic Times, il principale quotidiano economico indiano. “Jsw Steel sarebbe pronta a lanciare un bond settennale da 500 milioni di dollari, che dovrebbero arrivare da investitori d’oltreoceano del calibro di Deutsche Bank, Citigroup, Jp Morgan e Credit Suisse, che non avrebbero però commentato la notizia”.

Continua Siderweb: “Una scelta di rifinanziamento dovuta in primis alle operazioni di acquisizione nell’aria, ed anche dopo che l’agenzia di rating Fitch ha attribuito una valutazione BB all’indebitamento dell’azienda indiana. Sul fronte delle possibili acquisizioni, lo stesso Sajjan Jindal in un incontro con la stampa indiana ha ammesso di guardare ad aziende siderurgiche indiane in difficoltà, con l’obiettivo di un consolidamento di settore: «Se l’industria dell’acciaio deve essere consolidata, non ci possono essere troppi giocatori» ha spiegato alla stampa rispondendo ad una domanda riferita al possibile interessamento ai produttori locali Monnet e Bhushan Steel.

Arriva invece da Bloomberg la notizia che la controllata di JSW Group, JSW Infrastructure, sarà quotata in borsa entro il 2019. Le azioni dell’azienda non verranno poste sul mercato tuttavia prima che la sua capacità operativa non abbia raggiunto i 100 milioni di tonnellate di merci movimentate”. L’annuncio sarebbe stato dato dal Sajjan Jindal nel corso della conferenza stampa in cui è stato presentato un progetto congiunto con il Ministero delle Ferrovie per il completamento della strada ferrata da circa 2.000 chilometri tra il porto di Jaigarh (Maharashtra) e la citta di Dighni (Bihar).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche