17 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Aprile 2021 alle 18:16:49

Cronaca

Sostegno alla mitilicoltura, la Regione stacca un altro assegno da un milione di euro

La soddisfazione dell'assessore regionale Leonardo Di Gioia e del Presidente del gruppo regionale del Pd Michele Mazzarano


Adottato l’avviso pubblico per il sostegno economico del settore della mitilicoltura pugliese, in attuazione della Legge Regionale che prevede anche di destinare risorse economiche per le imprese di mitilicoltura.

“Pronto il bando per l’assegnazione di contributi economici a sostegno dei mitilicoltori pugliesi – dichiara in una nota l'assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia – un sostegno importante per un settore fondamentale della nostra economia, che intende non solo tutelare situazioni di evidente pericolosità per la salute pubblica, ma è legato, altresì, alla salvaguardia dei posti di lavoro. Come anche alla difesa di tradizioni millenarie che riguardano una pratica di pesca peculiare di molte zone della nostra Regione”.

Possono accedere al contributo le imprese di molluschicoltura titolari di superfici in concessione effettivamente e attualmente oggetto di mitilicoltura.

 “L'avviso – prosegue di Gioia – assegna priorità alle imprese che operano in territori colpiti da fenomeni di inquinamento delle acque derivanti dalle attività industriali e dalla presenza di fenomeni stabili di surriscaldamento delle acque rispetto alle ordinarie condizioni di coltura. Il Bando non trascura le problematiche connesse ai periodi di sospensione della raccolta dei molluschi, per contaminazione dovuta alla proliferazione di plancton tossico o a presenza di plancton che contiene biotossine, e sostiene i piccoli mitilicoltori, favorendo, altresì, i giovani e la parità di genere”.

L’iniziativa si inserisce nel percorso attivato dall’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia per il rilancio produttivo, sociale ed economico dei settori della pesca e dell’acquacoltura. Le richieste di contributo potranno essere inoltrate al Servizio competente entro il 60esimo giorno successivo alla pubblicazione dell’Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.

"Grazie ad un grande lavoro di squadra è finalmente pronto il bando in favore della mitilicoltura pugliese in difficoltà. Per questo si è rivelata opportuna la scelta di rifinanziare anche quest'anno, con un ulteriore milione di euro, la misura già avviata lo scorso anno". Ha sottolineato in un'altra nota il consigliere regionale tarantino Michele Mazzarano, presidente del gruppo del Pd in Consiglio regionale.

"Si tratta di un aiuto concreto per tutti gli operatori del settore, circa 50 aziende che in tutta la Puglia allevano mitili su una superficie di oltre 21 milioni di metri quadri – ha aggiunto Mazzarano – ed in particolare per chi opera in acque inquinate dalle attività industriali o soggette a fenomeni di surriscaldamento".

Le condizioni di accesso al contributo prevedono alcune priorità, così come richieste dall'emendamento ‘Mazzarano’ approvato nell'ultima legge di Bilancio. Avranno la priorità le imprese operanti in territori colpiti da fenomeni di inquinamento delle acque derivanti dalle attività industriali, e le imprese operanti in territori colpiti da fenomeni stabili di surriscaldamento delle acque rispetto alle ordinarie condizioni di colture.

"Ritengo che aiutare in particolare chi opera nei territori colpiti dall'inquinamento – ha aggiunto Mazzarano – sia non solo un atto dovuto ma un dovere morale per ciascuno di noi.  Inoltre, questo provvedimento fa chiarezza rispetto alle zone d'ombra nelle quali alcune aziende sono costrette ad operare proprio a causa delle difficoltà economiche, non rendendo conveniente il ricorso al lavoro nero, perché attraverso l'avviso pubblico – ha concluso il presidente del gruppo Pd – tutti quegli operatori in difficoltà che vorranno accedere agli aiuti regionali saranno costretti a mettersi in regola".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche