19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 15:35:44

Cronaca

Omicidio Brigida, tre condanne e due assoluzioni. I nomi

La decisione dei giudici della Corte d'Assise di appello


Omicidio Brigida: in Appello tre condanne e due assoluzioni.

I giudici di secondo grado hanno assolto Mattia Cardone e Pierpaolo Calella. I due non hanno svolto il ruolo di “palo” durante il raid nell’abitazione di Marianna Brigida, l’anziana soffocata nel letto della sua abitazione di Martina Franca nel maggio del 2013. La Corte di Assise di Appello di Taranto ieri pomeriggio ha emesso la sentenza di asoliuzione per Pierpaolo Calella, difeso dall’avvocato Franz Pesare e Mattia Cardone, assistito dagli avvocati Leo Cassano e Gaetano Cimaglia.

In primo grado erano stati condannati ad una pena di 16 anni perchè accusati in concorso con Nico D’Aversa, Giuseppe Montanaro e Andrea Luprano di aver provocato la morte della donna. Confermate invece le condanne inflitte a carico di Giuseppe Montanaro a ventuno anni, di Andrea Luprano a vent’anni e di Nico D’Aversa a ventitrè anni di reclusione. Secondo l’accusa D’Aversa e Luprano si sarebbero introdotti nella casa della donna e per evitare la reazione della vittima l’avrebbero soffocata. Montanaroi avrebbe invece ricoperto il ruolo di “palo”. D’Aversa e Luprano dopo essersi impossessati di 150 euro sono fuggiti insieme al complice nelle vie della cittadina della valle d’Itria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche