29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 22:09:00

Cronaca

Riprendono le assemblee. Tutti in strada da domani


TARANTO – Una piattaforma con il programma della mobilitazione degli operai Ilva che riprende già da domani. Salvo notizie dell’ultim’ora. Stamattina le segreterie territoriali di Cgil, Cisl e Uil, si sono riunite insieme alle sigle di categoria (Fim, Fiom e Uilm) per organizzare le forme di protesta che accompagneranno queste giornate di attesa in riva allo Ionio. Al centro il provvedimento di sequestro dell’area a caldo dello stabilimento siderurgico. Le indiscrezioni sull’arrivo dei custodi cautelari e del Noe hanno movimentato il clima stamattina. Tanto da far pensare che il programma stilato n mattinata dai sindacati possa subire qualche variazione. I sindacati hanno chiesto un incontro all’azienda già per oggi. Intanto, dovrebbero riprendere da domani mattina le assemblee per strada dei lavoratori con un programma di due ore per ciascuna e il conseguente blocco della circolazione nei punti di raduno.

I lavoratori saranno divisi per reparti. Con ordine, domani (martedì) dalle 8 alle 10 i lavoratori di alcuni reparti e dei servizi si raduneranno in assemblea sulla statale Appia (la 100). Il giorno dopo, mercoledì, sempre dalle 8 alle 10 saranno due le assemblee, una sulla statale 106, l’altra sulla strada per Statte. Le assemblee accompagneranno alla grande manifestazione di giorno 2, giorno per il quale è stato proclamato anche lo sciopero di 24 ore. Un corteo dei metalmeccanici che attraverserà le vie della città. Verranno coinvolte anche le famiglie. Due i punti di partenza: gli operai partiranno alle otto del mattino di giovedì da via Magnaghi. Alla stessa ora muoverà dalla strada per Statte (passando per il ponte di pietra) il corteo dell’appalto. I due serpentoni umani si incroceranno, intorno alle 10, in piazza della Vittoria , per il comizio. Giorno 3 è il giorno del silenzio. E del Riesame. I sindacati hanno convocato una conferenza per questo pomeriggio alle 17 presso il circolo Vaccarella a Paolo VI “per rendere noto il programma definitivo delle iniziative unitarie da realizzare nel corso della settimana”. Ma la situazione è in evoluzione. Dopo le giornate campali della scorsa settimana e la calma apparente del week-end, le prossime si prospettano come giornate dure anche dal punto di vista del traffico, con blocchi all’ingresso della città. Per giovedì si prean¬nuncia la paralisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche