16 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Aprile 2021 alle 15:43:58

Cronaca

Porto, ecco l’Organismo di partenariato del mare

L’Organismo di Partenariato della Risorsa Mare è presieduto dal presidente dell’Autorità di Sistema Portuale

Autorità Portuale Taranto
Autorità Portuale Taranto

TARANTO – Al porto arriva l’Organismo di partenariato. L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio ha costituito l’Organismo di partenariato della risorsa mare previsto dall’articolo 11 bis della Legge 84/94. Come previsto dalla norma, all’organismo competono funzioni di confronto partenariale ascendente e discendente, oltre che funzioni consultive di partenariato economico sociale, in particolare in ordine: all’adozione del Piano Regolatore Portuale e del Piano Operativo Triennale, alla determinazione dei livelli dei servizi resi nell’ambito del sistema portuale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionico, al progetto di bilancio preventivo e consuntivo.
L’Organismo di Partenariato della Risorsa Mare è presieduto dal presidente dell’AdSP ed è composto dal Comandante del Porto di Taranto, da un rappresentante degli armatori, da un rappresentante degli industriali, da un rappresentante degli operatori, da un rappresentante degli spedizionieri, da un rappresentante degli operatori logistici intermodali operanti in porto, da un rappresentante degli operatori ferroviari operanti in porto, da un rappresentante degli agenti e raccomandatari marittimi, da un rappresentante degli autotrasportatori operanti in ambito logistico-portuale, da tre rappresentanti dei lavoratori delle imprese che operano in porto e da un rappresentante degli operatori del turismo o del commercio operanti in porto.
«Le diverse associazioni coinvolte – fanno sapere dall’Authority – hanno fatto tutte pervenire le proprie designazioni e, pertanto, tutte le categorie dell’OdP risultano essere rappresentate. L’Organismo di partenariato affiancherà pertanto il Comitato di Gestione nei processi decisionali riguardanti gli aspetti chiave del porto connessi al suo sviluppo ed al potenziamento dei servizi offerti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche