17 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Aprile 2021 alle 18:16:49

Cronaca

Concessioni agli ambulanti, il Governo dimezza la proroga

«Due anni invece di quattro per regolarizzare il settore». Confermato lo stato di agitazione


Dietrofront del Governo.

Le concessioni per il commercio su aree pubbliche guadagnano due anni. Il Consiglio dei ministri del 30 dicembre scorso aveva fissato, con il decreto Milleproroghe, al 31 dicembre 2020 la proroga del termine di scadenza delle concessioni di posteggio; il testo pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 304 porta tale termine al 31 dicembre 2018. «Nella sostanza poco cambia – dicono da Confcommercio – due anni anziché quattro per regolarizzare il settore. Saranno comunque premiati quegli Enti locali che, non essendo pronti per indire i bandi, hanno spinto affinché si congelasse il processo di cambiamento che avrebbe finalmente messo ordine nel settore. I bandi ovviamente non rappresentano un problema per chi è in regola con Durc e Inps e Tosap, ma ciò presume che i Comuni abbiano piena contezza della situazione».

Confcommercio Taranto nei mesi scorsi, di concerto con le Amministrazioni comunali, aveva avviato «un lavoro capillare affinché i Comuni fossero pronti ad affrontare i bandi». Intanto Confcommercio e Fiva non abbassano la guardia e confermano lo stato di agitazione. «Alcune Regioni intenderebbero tra l’altro contrastare la norma che non è stata ancora convertita in legge» e ribadiscono «il massimo impegno anche a livello provinciale affinché l’iter avviato non disperda i suoi risultati, invitando Regione e Comuni a portare comunque a termine i percorsi di regolarizzazione del settore. E’ opportuno che i Comuni vogliano cogliere il rinvio dei termini, come un’opportunità per continuare a pianificare e riorganizzare il settore, non vanificando il lavoro sin qui svolto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche