28 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Settembre 2021 alle 20:59:00

Cronaca

Processo Feudo, raffica di abbreviati

Quarantanove imputati hanno scelto di avvalersi di questa procedura


Quarantanove imputati hanno scelto il rito
abbreviato nel corso dell’udienza tenutasi dinanzi
al Gup del tribunale di Lecce nel processo “Feudo”.

Prossima udienza il 16 maggio. A processo presunti
appartenenti al clan Cesario e storici esponenti della
mala tarantina. Vengono contestati reati come traffico
di droga, racket, usura, riciclaggio di denaro, armi.
L’organizzazione ha agito tra Città Vecchia, Tamburi,
Paolo VI e Statte.
A giugno dello scorso anno furono trentotto gli arrestati
e quarantotto gli indagati a piede libero.
Giuseppe Cesario, detto Pelè, deceduto il 29 marzo del
2014, era il capo del gruppo.
“Io sono il padrino” aveva detto più volte agli affiliati.
Cesario controllava tutte le attività del clan, decideva
sulla destinazione dei proventi molti dei quali reimpiegati
in attività economiche lecite, dava i compensi,
compreso quelli utilizzati per il sostentamento delle
famiglie degli affiliati che erano in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche