22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 16:09:36

Cronaca

Strage della 106: processo al rush finale

Il 2 maggio le repliche di accusa e difesa. Poi arriverà il verdetto


Strage di Palagiano:
il 2 maggio potrebbe
arrivare la sentenza.

In quell’udienza infatti sono
in programma le repliche dei
pm Alessio Coccioli e Remo
Epifani e della difesa. Poi
la Corte d’Assise potrebbe
emettere il verdetto.
Nell’udienza di stamattina
le arringhe degli avvocato
difensori Armando Veneto,
Luigi Danucci, Marino Galeandro
e Leonardo di Leo.
Nella scorsa udienza i pubblici
ministeri Coccioli ed Epifani hanno chiesto l’ergastolo per
Giovanni Di Napoli è ritenuto
il mandante del triplice omicidio
avvenuto la sera del 17
marzo del 2014, sulla statale
106.
Nell’agguato furono uccisi
Carla Maria Fornari, suo figlio
di tre anni e il compagno della
donna, Cosimo Orlando.

Gli
altri due bambini erano sul
sedile posteriore e riuscirono
a salvarsi. Il movente secondo
l’accusa legato a contrasti
tra Di Napoli e Orlando. I pm
hanno chiesto inoltre 4 anni
di reclusione per Antonio V.
e Antonio D., entrambi di
Palagiano, accusati di favoreggiamento
per aver aiutato
Di Napoli a sviare gli investigatori
e Giuseppe R., di San
Giorgio Jonico accusato del
furto dell’auto utilizzata come
copertura la sera dell’agguato.
Nella scorsa udienza hanno
discusso anche gli avvocati
Fabio Salomone e Giovanni
Vinci, costituitisi in giudizio
per i genitori di Carla Fornari
e per i due bambini scampati
alla strage.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche