22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 20:15:26

Cronaca

Uccise la convivente, pena ridotta: dall’ergastolo a 24 anni

La decisione della Corte d'Assise d'Appello


Omicidio De Luca: niente più ergastolo per Beniamino Ligorio, che nel 2014 ha ucciso con un colpo di pistola alla testa la sua convivente, la 29enne Fiorenza De Luca, nella loro casa di Grottaglie.

La Corte d’appello lo ha condannato a 24 anni di reclusione per omicidio volontario. Nel processo di secondo grado è caduta l’aggravante dei motivi abbietti. Ligorio riferì agli investigatori che il colpo di pistola era partito per sbaglio da una pistola scacciacani modificata che avrebbe trovato in campagna e con cui stava giocando in casa. Secondo gli inquirenti, invece, Beniamino Ligorio avrebbe ucciso la convivente per gelosia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche