Cronaca

Tangenziale Sud, appello al Prefetto per sbloccare i lavori

Dante Capriulo: Subito un tavolo di coordinamento


Un tavolo di coordinamento per sbloccare i lavori della Tangenziale Sud. E’ la proposta del consigliere comunale Dante Capriulo che ha inoltrato una richiesta al prefetto Umberto Guidato e, per conoscenza, al Governatore pugliese Emiliano, al presidente della Provincia, Tamburrano, ed al sindaco Stefàno.

L’obiettivo dichiarato è quello di «sbloccare le lentezze realizzative della Tangenziale Sud della città di Taranto». «Questa fondamentale opera pubblica viaria soffre di continui “stop and go” per ritardi burocratici ed insufficienza di risorse finanziarie – spiega Capriulo. La realizzazione è stata avviata con procedure amministrative da quasi 20 anni, i lavori pubblici di costruzione sono in corso da circa 10 ed a tutt’oggi solo in parte realizzata; percorribile unicamente in alcune bretelle ed incompleta in larga parte. Pur essendo costata già diverse decine di milioni di euro. Personalmente, nel mio semplice ruolo di consigliere comunale, continuamente cerco di sollecitare ed ottenere notizie. Ultimamente ho potuto constatare che i lavori procedono a rilento, quando non sono fermi. Notevoli sono gli impedimenti posti da società fornitrici, interessati dai sottoservizi nella costruzione della strada, quali Aqp, Enel e Telecom, che, spesso in maniera defatigante, non consentono il completamento di importanti parti del tracciato stradale.

Altresì genera preoccupazione la disponibilità delle risorse per il completamento dei primi 2 lotti (già in parte realizzati) e del 3° ed ultimo lotto (ancora sulla carta). Tale stato di fatto e le lungaggini realizzative stanno anche mettendo in crisi importanti attività imprenditoriali interessati dal tracciato stradale. La responsabilità del procedimento è in capo alla Provincia di Taranto – sottolinea il consigliere comunale Dante Capriulo. Tenuto conto della difficoltà, sia degli enti pubblici locali che delle società di servizi, di fare sintesi e rimuovere gli ostacoli al completamento dell’opera, ho richiesto al Prefetto di Taranto di istituire un tavolo di coordinamento presso la Prefettura, per consentire il completamento di questa fondamentale opera pubblica per la città e non vanificare le decine di milioni di euro già spesi». «Seguirò senza tregua per nessuno questa annosa vicenda».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche