27 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2021 alle 11:58:00

Cronaca

Omicidio alla Salinella: una donna strangolata dal figlio. In serata la confessione. Le foto

I carabinieri hanno trasferito l'uomo in ospedale


Tragedia alla Salinella di Taranto ieri, sabato 21 gennaio.

Il corpo senza vita di una donna dell'età di 76 anni è stato trovato nella camera da letto del suo appartamento in via Lago di Monticchio . 

Sul posto sono arrivati gli uomini della Stazione Carabinieri di Statte, supportati dai militari del Norm e del Nucleo Investigativo di Taranto.

La vittima si chiamava Lucia Mattarella. E l'autore dell'omicio è il figlio Giovanni Diofano di 46 anni. 

Le indagini sono state fulminee ed hanno portato alle esecuzione del fermo dell'uomo su ordine della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Taranto con l'accusa di omicidio.

Nel corso delle indagini e delle attività istruttorie è emerso un grave quadro indiziario a carico dell'uomo, il quale, nel corso della mattinata, durante un violento litigio avuto con la madre, l'aveva aggredita, strangolandola ed uccidendola. A questo punto è fuggito giungendo a Statte, dove si è reso protagonista di una serie di atti molesti e diverbi con alcuni commercianti tanto da richiedere l’intervento dei militari che lo hanno rintracciato e bloccato.

Successivamente l’uomo, condotto in caserma, ha confessato il delitto e pertanto, a seguito dell’interrogatorio dal parte del Sostituto Procuratore, Remo Epifani, è stato sottoposto al fermo e condotto presso la cella del locale ospedale “San G. Moscati” poiché in evidente stato di disagio psichico.

La salma sarà sottoposta ad esame autoptico. L’appartamento è stato sottoposto a sequestro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche