15 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Aprile 2021 alle 13:32:53

Cronaca

Via libera al decreto legge per Taranto


TARANTO – Un decreto legge per la realizzazione delle bonifiche a Taranto. E’ quanto deciso a Palazzo Chigi durante la riunione del Consiglio dei Ministri. Del resto, alla luce delle dichiarazioni rese ieri in Regione dal Ministro Clini, c’erano pochi dubbi sul fatto che un provvedimento in questo senso potesse essere varato per il capoluogo jonico. Un decreto legge su Taranto che dovrebbe consentire di accelerare la realizzazione degli interventi previsti in materia di bonifica e di ambientalizzazione all’interno del protocollo d’intesa siglato lo scorso 26 luglio. Era questa la richiesta arrivata ieri a conclusione degli incontri presso la presidenza della Regione Puglia da parte, oltre che della stessa Regione, degli altri enti locali e della delegazione parlamentare. Richiesta finita oggi in Consiglio dei Ministri.

Il ministro Clini, infatti, si era da subito dichiarato favorevole e disponibile a sottoporre la richiesta all’attenzione del Consiglio, in agenda per oggi. La riunione a Palazzo Chigi è iniziata alle 10.55. Inizialmente previsto per le 9.30, il Cdm è stato posticipato alle 10.15 per poi slittare ulteriormente. Era infatti in programma questa mattina la riunione del Cipe (ne parliamo in questa stessa pagina, ndr) che, oltre ad aver approvato il progetto per la Tirrenica, secondo quanto anticipato ieri dal ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca, ha chiuso l’intera programmazione del Fondo Coesione Sviluppo sbloccando 21 miliardi di euro, tra cui quelli alla Regione Puglia per la bonifica dell’Ilva di Taranto. Tornando alla richiesta approdata stamattina sui banchi del Consiglio, la stessa mira ad ottenere indicazioni su provvedimenti e modalità straordinarie per mettere in campo misure che diano attuazione al contenuto del protocollo d’intesa siglato a Roma il 26 luglio scorso. Intanto, la cabina di regia istituita presso la Regione proprio con il protocollo d’intesa del 26 luglio incontrerà l’Ilva già lunedì mattina. “Sarà il momento della verità” ha dichiarato l’assessore Nicastro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche