23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 12:23:14

Cronaca

Il Riesame: Subito la decisione sul sequestro dell’Ilva


TARANTO – Arriverà la prossima settimana la decisione dei giudici del tribunale del Riesame sul sequestro dell’area a caldo dell’Ilva. La Procura, nel corso dell’udienza di questa mattina, aveva sollevato una eccezione sulla legittimità della fissazione del Riesame ad agosto per quanto riguarda il provvedimento di sequestro dei sei impianti. Ma il collegio difensivo dell’Ilva si è opposto alle argomentazioni della pubblica accusa: una tesi accolta dal tribunale che ha deciso di andare avanti, respingendo la richiesta della Procura. Il tutto in un palazzo di giustizia, in via Marche, blindato. Ma non ci sono state manifestazioni, all’esterno del tribunale.

Il Riesame (presidente è Antonio Morelli, a latere Alessandra Romano e Benedetto Ruberto) deve decidere sui ricorsi presentati dall’Ilva, accusata di disastro ambientale, per i sigilli disposti dalla magistratura il 26 luglio scorso, e per le misure cautelari. Per tutta la notte il palazzo è stato costantemente sorvegliato. I legali dell’Ilva, in relazione al sequestro, hanno depositato due controperizie finalizzate ad ottenere il dissequestro degli impianti. I sigilli sono stati apposti lunedì scorso senza facoltà d’uso. La decisione dei giudici dovrebbe essere depositata entro giovedì. Nel corso dell’udienza c’è stata una sospensione per consentire al collegio difensivo di esaminare ulteriore documentazione prodotta dalla Procura nel corso dell’udienza. Tra i documenti ci sono anche alcuni accertamenti eseguiti dai tre custodi nominati dal gip Todisco per lo spegnimento degli impianti. I tre custodi, tutti ingegneri, nominati per occuparsi delle questioni tecnico-operative, hanno preso possesso del loro incarico il 30 luglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche