Cronaca

Bar, panifici e ristoranti: raffica di chiusure per motivi igienici

Operazione congiunta di Asl e Carabinieri a Taranto e provincia


Il direttore della Struttura Complessa Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione della Asl di Taranto, Armando Durante, a seguito di verifiche eseguite nelle scorse settimane dai tecnici della prevenzione del Dipartimento di Prevenzione e del N.A.S., Comando Carabinieri per la Tutela della Salute di Taranto, che hanno riguardato attività del settore alimentare e commerciale, ha emesso una serie di provvedimenti a tutela della salute.

Le attività del settore, hanno l’obbligo di rispettare la vigente normativa sull’igiene degli alimenti (pacchetto igiene – reg. Ce 178/2002, 852/2004, 853/2004, 882/2004) che ha come scopo quello di garantire l’igiene e la sicurezza di tutti i prodotti alimentari e le bevande, durante tutte le fasi che vanno dalla produzione all’immissione sul mercato. I provvedimenti hanno riguardato diverse attività, ecco il resoconto.

Taranto – emessa ordinanza di chiusura di un deposito alimentare a servizio di esercizio di ristorazione, privo dei requisiti minimi d’igiene e strutturali e attivato in assenza della prevista documentazione autorizzativa.

Taranto – emessa ordinanza di chiusura per un panificio in esercizio in assenza della prevista documentazione autorizzativa.

Taranto – emessa ordinanza di chiusura di una gastronomia in esercizio in assenza della prevista documentazione autorizzativa.

Grottaglie – emessa ordinanza di chiusura di un deposito alimentare e divieto di utilizzo di sala di somministrazione, di pertinenza di esercizio di ristorazione, poiché privi dei requisiti minimi d’igiene e strutturali e per l’assenza della prevista documentazione autorizzativa.

Martina Franca – emessa ordinanza di chiusura di esercizio di ristorazione, resasi necessaria in quanto, dalle verifiche eseguite, è stata riscontrata la mancanza di requisiti minimi d’igiene e strutturali previsti dalla normativa vigente.

Martina Franca – disposta la sospensione di attività ristorazione diversa da quella di pizzeria, esercitata all’interno di locali privi di autorizzazione e arbitrariamente realizzati.

Castellaneta – emessa ordinanza di chiusura di esercizio di ristorazione, poiche’ in precarie condizioni igienico sanitarie ed in assenza dei requisiti minimi d’igiene e strutturali ed e strutturali.

Leporano – emessa ordinanza di chiusura di un esercizio di bar, in carenza dei requisiti minimi d’igiene e strutturali.

Manduria – emessa ordinanza di chiusura di un deposito alimentare a servizio di esercizio di ristorazione, privo dei requisiti minimi d’igiene e strutturali e attivato in assenza della prevista documentazione autorizzativa.

Taranto – Grottaglie – Massafra – emessi provvedimenti di diffida intesi al ripristino dei requisiti minimi d’igiene e strutturali nei confronti attività di ristorazione e commerciali, quali, panifici, bar, rivendite di fitosanitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche